Un fitto calendario di appuntamenti con uno sguardo rivolto al presente ma senza mai tralasciare i grandi classici, soprattutto quelli made in Naples. È di pochi giorni fa la presentazione alla stampa della nuova stagione del teatro partenopeo Bolivar, di via Bartolomeo Caracciolo 30 a Materdei. Inaugurato nel 2007 da Gino Paoli, il teatro ha di anno in anno affinato e ampliato la sua proposta culturale e di intrattenimento. Quest’anno a dirigere il timone del Bolivar, per quanto concerne le scelte artistiche del teatro, sarà il noto giornalista Emilio Fede.

Romina De Luca  con Emilio Fede durante la conferenza stampa. Foto di Maurizio De Costanzo
Romina De Luca con Emilio Fede durante la conferenza stampa. Foto di Maurizio De Costanzo

«Una esperienza nuova, importante e delicata per me- dichiara Emilio Fede – alla quale mi avvicino con grande umiltà. Fino a qualche tempo fa dirigevo un giornale che mi ha portato spesso a Napoli grazie anche alla mia amicizia con il direttore del quotidiano Roma Antonio Sasso. Amo questa città che mi ha accolto con affetto. Non ho mai condiviso il detto “vedi Napoli e poi muori”.  Per me Napoli è una grande realtà sulla quale  non cadrà mai il sipario grazie alla sua grande vitalità».
Si parte dalla musica, con “Note d’autunno – ottobre in musica”. Tra i vari spettacoli musicali, Gianluca Blasio e Pier Carmine Garzillo in “Incontro a Teplitz; il Trio feat MJBB in concerto,  Fabio Espasiano e altro ancora, fino al 4 novembre.
«Si inaugura la nuova stagione teatrale del Bolivar, questa è l’undicesima – spiega Romina De Luca, patron del Bolivar – a partire dal repertorio dei classici del jazz della musica napoletana, con artisti di differenti generazioni che si vogliono raccontare e trasmetterci emozioni. Un grazie enorme a Emilio Fede che ci ha onorato con la sua direzione artistica».
Tra i spettacoli il cartellone, a partire dal 10 novembre fino al 4 maggio 2019, segnaliamo: Variando il varietà – con Diego Macario e Marilù Armani, il 24 novembre;  Musical di Fabio Busiello con la Compagnia d’oriente, l’8 e 9 dicembre; Il filo rosso di Prometeo di E. Nigro, il 9 e 10 dicembre; Concerto Orchestra S Giovanni, con il maestro Keith Goodman e il pianista Massimo Tomei, il 23 febbraio; Re Ferdinando di Borbone e Pulcinella, di Giorgio Gori con la regia di Giampiero Notarangelo, il 6 e 7 aprile.

Per ulteriori informazioni:  www.teatrobolivar.com

In copertina, Emilio Fede e Romina De Luca in uno scatto di Maurizio De Costanzo

RISPONDI