Arte e musica nella terra del mito. E’ il festival ideato e diretto dalla cantante e attrice Fiorenza Calogero, organizzato fino a aprile Monte di Procida. La sezione invernale, denominata “Nomoi Solstizio d’Inverno”, prevede una serie di appuntamenti gratuiti di arte, musica e cultura e  per l’ultimo weekend di gennaio un fitto calendario.
Sabato 25 gennaio  alle  20 Fiorenza Calogero nella chiesa di Santa Maria dell’Assunta,  darà vita a DonnaMadonna. Canto mediterraneo che porterà in giro in Italia e all’estero. Si mescolano nel suo progetto sante e prostitute, vedove e madri, ma anche donne manager e personalità coraggiose,  capaci di mettersi in gioco con coraggio e determinazione.
 Prendendo spunto dai canti devozionali, l’artista ripercorre così alcuni motivi popolari e nuovi testi, attualizzandoli nei contesti sociali odierni. Il suo repertorio abbraccia musiche provenienti dalla tradizione orale del Sud Italia insieme a opere di autori classici e contemporanei come Eugenio Bennato, Enzo Avitabile, Fabrizio De Andrè, Carlo D’Angio’, Carlo Faiello.
Domenica 26 gennaio alle 11 la Paranza d’’o Tramuntano con uno spettacolo itinerante che toccherà piazza XXVII Gennaio, San’Antonio e San Giuseppe. Ma ci sarà spazio anche per la fotografia e il cinema.
Doppio appuntamento nel pomeriggio, nella sala consiliare del Comune di Monte di Procida. Alle 18 si terrà la premiazione di Monte in Contest, il concorso di idee per un cortometraggio che si propone di promuovere il territorio, la cultura e le tradizioni del territorio  attraverso le immagini del suo paesaggio, del suo popolo, delle associazioni e dei turisti.
Valuterà le opere la giuria presieduta da Alessandro D’Alatri: valuterà le opere e decreterà a maggioranza di voti il vincitore che si aggiudicherà un premio di 500 euro. I tre corti selezionati saranno proiettati in occasione delle celebrazioni dell’anniversario dell’autonomia comunale, con un collegamento in streaming/web TV con la comunità montese d’America.
E ancora, la  mostra fotografica  I volti delle donne a cura di Mina Fiore (foto). Le fotografie sono state scattate durante la processione del 15 agosto: 20 copie in bianco e nero su forex, accompagnate da slide fotografiche. È un lavoro di reportage in cui l’autrice,  ha cercato di  di cogliere sguardo e emozioni delle donne al passaggio della Madonna.
Clicca il videoclip di Fiorenza

 

 

 

 

 

 

 

 

RISPONDI