Qui sopra, Laura Angiulli. In alto, Alessandro Benvenuti

Parte da Shakespeare, la nuova stagione di Galleria Toledo diretta da Laura Angiulli. Che festeggia 30 anni dei teatro nei Quartieri Spagnoli. Si comincia martedì 27 ottobre, data d’avvio di questa sfida cultura che dura da 3 decenni. Sarà un programma trasversale e interdisciplinare, aperto a molteplici linguaggi artistici e pronto a offrire nuove opportunità di riflessione. 
Venti spettacoli nella sala di Via Concezione a Montecalvario, 34, a capienza ridotta per le norme anticovid, con drammaturgie contemporanee, classici e rappresentazioni inedite.
Apre il cartellone il progetto firmato da Angiulli e prodotto dal Teatro, La Congiura”, da due opere di William Shakespeare: “Giulio Cesare” (27-31 ottobre) e “Antonio e Cleopatra” (16-22 novembre).
Ci sarà spazio per i protagonisti della scena italiana, come i registiPremio Ubu Massimiliano Civica e Sandro Lombardi,  Alessandro Benvenuti, Massimo Verdastro, la regista ‘vocale’ Chiara Guidi, il pianista Antonio Ballista, la cantautrice Violetta Zironi egli interpreti Paolo Calabresi, Ginestra Paladino e Giovanni Battaglia, insieme ai napoletani Lino Musella, Aniello Arena, Alessandra D’Elia e molti altri.In programma, allestimenti da Shakespeare, Gadda, Buzzati, Viviani, Nabokov e Muller.
 E ancora, produzioni originali di Galleria Toledo, che conferma la storica collaborazione con il fotografo Cesare Accetta per il disegno luci e lo scenografo Rosario Squillace, il ritorno di spettacoli di successo della scorsa stagione e il recupero di quelli sospesi per il lockdown.
Spiega Angiulli: «È una stagione che nasce sull’incertezza-nell’impossibilità di fare dal vivo il consueto lavoro con scuole superiori e università, abbiamo voluto dare un segnale significativo attraverso un programma di ‘formazione’, finestra di dialogo con giovani generazioni e pubblico di raffinata sensibilità».
Galleria Toledo si propose infatti subito come punto di riferimento per i “ragazzi” . Un’identità da preservare.

RISPONDI