“Parole in circolazione. LiberiAmo la cultura”. E’ la nuova iniziativa dell’Associazione italiana biblioteche (sezione Campania) lanciata per promuovere e valorizzare la lettura.
Il progetto parte in collaborazione con Aie (Associazione italiana editori), Ali (Associazione librai italiani), Mezzocannone8 – Polo della Cultura  di Napoli, sostenuto dal garante dei diritti dei detenuti della Regione Campania, Samuele Ciambriello.
Un segnale importante in questo momento oscuro segnato dalla pandemia, che ha costretto il pianeta culturale alla chiusura di musei, teatri e cinema.
I libri rappresentano adesso più che mai una fonte luminosa di conoscenza per equilibrare la brusca frenata imposta dal covid. E incentivare un Natale tra le pagine scritte, all’insegna dell’inclusione.
Quella che si sta mettendo in moto è una gara di solidarietà a cui partecipano non solo gli appassionati lettori, ma anche le biblioteche, gli editori, i librai e gli autori.
Obiettivo: regalare libri ai reparti pediatrici degli ospedali campani, alle biblioteche carcerarie, alle case-famiglia e ai centri sociali. Il progetto appena avviato durerà fino al 10 febbraio 2021.
Per parteciparvi, bisogna recarsi presso i punti vendita delle librerie aderenti all’iniziativa e acquistare uno o più libri da lasciare in donazione al rivenditore. Chi sceglierà di mettere le “parole in circolazione” avrà l’occasione di scrivere una propria dedica sul libro scelto da destinare a un “lettore sospeso”.
Aib Campania attiverà anche percorsi di animazione alla lettura nei centri beneficiari delle donazioni. Cuore del progetto è la rete tra istituzioni pubbliche e private nel segno della cultura come bene comune.
In questo firmamento della solidarietà, c’è una mappa Google dove sono indicate le istituzioni e le librerie che aderiscono.
All’iniziativa possono partecipare aziende e scuole di ogni ordine e grado; che potranno confermare la propria adesione scrivendo all’indirizzo: campania@aib.it
Per saperne di più
331/9571452
www.aib.it pagina sezione Campania https://www.facebook.com/mezzocannone8 Il gruppo ha come punto di riferimento l’ex Complesso dei gesuiti (Biblioteca Universitaria di Napoli, Biblioteca di Diritto romano di Giurisprudenza, Biblioteca della Società dei Naturalisti, Associazione MineCreative e Musei scientifici della Federico II).
In foto, la locandina dell’iniziativa

RISPONDI