Chiude i battenti da domani 6 novembre fino al 3 dicembre il Museo archeologico nazionale di Napoli. Dopo le misure appena varate dal governo per contrastare la diffusione del contagio da Coronavirus.​ Ma al Mann si lavora sempre con rinnovata passione per raggiungere gli obiettivi tracciati nel pianp strategico appena presentato sino al 2023 che potrà essere consultato sul web.
Proseguono importanti  attività di restauro, i cantieri, l’allestimento di mostre, la progettazione. Con nuovi prodotti digitali si manterrà vivo il dialogo con il pubblico, le scuole, le istituzioni di tutto il mondo per per promuovere il patrimonio museale.
Nel mese di chiusura, su Facebook e Youtube, saranno proposti gli Incontri di Archeologia, già inseriti nell’annunciata programmazione 2020: il 12 novembre (ore 16), Antonio Scognamiglio racconterà tecniche e saperi del restauro, il 26 novembre (ore 16) Matteo D’Acunto tratterà delle origini di Cuma. 
Non si interromperà neanche la comunicazione con gli abbonati OpenMann, che non soltanto recupereranno il periodo di chiusura con un rinvio della scadenza della card, ma riceveranno anche le notizie dei principali eventi social. 
Ancora, su Facebook ed Instagram, gli internauti potranno trovare contenuti scientifici e divulgativi dedicati alle collezioni permanenti del museo, alla mostra sugli Etruschi e ai nuovi allestimenti.
Inoltre, si potrà sbirciare tra itinerari d’autore, alla scoperta delle collezioni grazie alle fotografie di Luigi Spina, che dedica un prezioso lavoro di studio e ricerca agli allestimenti permanenti del Museo, e non solo. Attendendo la mostra “Sing Sing. Il corpo di Pompei”, si potrà , infatti, grazie a i suoi scatti curiosare nei ricchissimi depositi (foto) dell’Archeologico.
In versione digitale, pure scorci dell’esposizione “Kene/Spazio”: con 55 fotografie, il giovane autore Mohamed Keita racconta il progetto educativo realizzato per le comunità del Mali (le immagini, per sostenere il programma sociale di Keita, sono acquistabili dal sito web: http://www.studiokene.org) 
Infine, in anteprima sui canali social del museo si potrà sfogliare il fumetto “Missione Magna Grecia” e conoscere in anteprima, alcuni contenuti dedicati all’esposizione dei Gladiatori. E tra le tante iniziative, a fine anno, al Mann approderà la nuova tappa della World Press Photo Exhibition 2020 . ​

. ​

RISPONDI