Volti, corpi e tatuaggi. Così Giuseppe Di Vaio cattura l’anima di Napoli (foto) e la propone nel primo appuntamento del nuovo anno dedicato da Sala Assoli al sabato della fotografia l’8 gennaio alle 11,30. L’ingresso è gratuito, basta presentare il green pass.
La rassegna curata da Pino Miraglia questa volta esplora la città attraverso la street e la fotografia sociale. Classe 1981, originario della periferia nord di Napoli, Di Vaio ha dedicato anni di professione e studi alla dinamica fotografica prima di cominciare il suo percorso narrativo, una comunicazione diretta attraverso le immagini in movimento usando il linguaggio del documentario, del corto e della docufiction.

Dal 2013 con Napoli Photo Project, ha raccontato la città dai suoi infiniti angoli, offrendola all’attenzione del Mondo grazie a social network come Instagram che ha riconosciuto la qualità dei suoi progetti, definendo “fantastiche” le sue foto e lo nominandolo per due volte “Suggested used”, massimo riconoscimento tra trecento milioni di utenti.
Definito dal settimanale “L’Espresso” nel 2015 come uno degli street photographer più esperti in circolazione, ha lanciato progetti di successo sulla città, come “Naples Ink Project” in collaborazione con il giornalista del “New York Times” R. Capasso, e in altre capitali europee. Nel 2016 l’esordio nel cinema con il primo cortometraggio, laboratorio a cielo aperto con i ragazzi di Scampia.
Nel 2021 è uscita la sua prima docuserie “Dangerous old people” produzione Sky Original e Indigo Film. Il produttore premio Oscar Nicola Giuliano lo descrive come “Grande talento”.
 Il sabato della fotografia, che avrà come protagonisti Francesco CitoLucia PatalanoSergio Siano/PhotoSud e Tano D’Amico, rientra nel progetto “Movimenti per la fotografia” nato nel 2012 da una sinergia tra il MAV (Museo Archeologico Virtuale di Ercolano), camerachiaraimage di Pino Miraglia, e l’associazione culturale 180° Meridiano con lo scopo di diffondere la cultura fotografica nelle scuole.
Per saperne di più
casa del contemporaneo programma spettacoli teatri napoli, salerno

RISPONDI