Partenope, il Sebeto e le origini greche di Napoli. Dal 31 agosto al 2 settembre torna   La Lampadoforia  alla sua terza edizione. La manifestazione è stata organizzata dall’associazione I sedili di Napoli. Anche quest’anno toccherà i luoghi principali nei quali decise di insidiarsi la prima colonia greca a partire dal VIII secolo a.C. Tra visite guidate, concerti e danze all’insegna delle tradizioni rievocate da teatralizzazioni e cortei in costume greco-arcaico. Accompagnati dalla celebre corsa con le fiaccole e da una serie di convegni incentrati proprio sulla storia partenopea.
Nell’ambito dell’iniziativa la testata online “Il Vaporetto” propone una visita guidata nel centro antico di Napoli con la guida Enzo Di Paoli. Per un’ora e trenta vivrete l’antica Neapolis, i suoi costumi, le sue usanze. Rivedrete quanto di antico è rimasto.
Il vociare continuo, le alte grida dei mercanti e dei venditori siriaci, greci, romani. Mille voci e dialetti. Il grasso latino dei soldati romani, il greco squillante dei neapolitani, la parlata gutturale dei contadini sanniti. Camminerete tra loro e con loro. Fianco a fianco di una umanità varia e cosmopolita.
Ammirerete il grande tempio dei Dioscuri. Dall’alto di quelle magnifiche colonne osservano compiaciuti i Castori, splendidi nella loro nudità, avvolti in un corto mantello. Con loro il barbuto Sebeto e la dolce Partenope. Giovani donne scalze in processione con una fiaccola e un canestro ricolmo di doni, il capo cinto da una coroncina di piume. Ancelle della grande madre Demetra… Venerdì 31 agosto alle 10, 15. Appuntamento in piazza Bellini alle antiche mura greche.
Si può prenotare fino al 30 agosto (alle 21) al numero  349 131 39 42.
In alto, il corteo dello scorso anno, fonte Il vaporetto