duggo| ilmondodisuk.com
Qui sopra, “Identità sconosciuta”. In alto, l’ingresso del Pan  con la  locandina della mostra (fonte facebook)

 Una fiaba che ha lo sguardo immerso nello specchio magico del futuro. Dove “Nulla è come appare”. E’ la storia colorata che Annabella Dugo propone a Palazzo delle arti Napoli fino al 17 ottobre. Qui emerge quel legame con la città d’origine mai  interrotto, pur nel  suo domicilio veneto, attuale scenario di vita e lavoro.
A curare l’itinerario dell’esposizione è una giovane  donna, Chiara Reale,  che nella sensibilità di un confronto tra generazioni, riesce  a far emergere la passione creativa nella produzione, per esempio, in oggetti di tutti i giorni,  come un ombrello, una cravatta, un abito. Simboli di un’infanzia meravigliata che affiora nella  vivacità cromatica. Ma anche scenari di un paesaggio interiore che lascia spazio all’altalenante gioco di luce e tenebre.
«Agli occhi accorti- osserva la curatrice- non può sfuggire che attraverso i  suoi lavori di si sviluppa la trama di una narrazione. È un racconto lungo oltre quarant’anni quello della Dugo, che si snoda attraverso le fasi della vita, percorrendo i momenti sereni, le difficoltà, gli ostacoli, i trionfi».
Fatti privati s’incrociano con quelli storici  in un intreccio affascinante, mentre l’eco del suo percorso al liceo artistico partenopeo negli anni sessanta, quando si trovava ancora nel palazzo dell’Accademia di  Belle arti  tra via Bellini e via Costantinopoli, traspare dall’intensità dipinta, capace di filtrare  la vitalità del Vesuvio, la porosità del biondo tufo, la volontà di rinascita di una metropoli sempre moribonda, tuttavia tenace, capace di rigenerarsi pur  dopo il collasso del terremoto nel novembre 1980.
Guidata da una forza pittorica estesa tra realtà e sogno, Annabella  si riallaccia con spiccata personalità  alla vigorosa lezione  di un Maestro come Armando De Stefano con cui si diplomò all’Accademia stessa.
Pur insegnando,  non ha  mai abbandonato la vocazione alla  pittura che ancora la  travolge  nella sua  luminosa mansarda di Vicenza. Dandole il vigore necessario a rinnovarsi ogni giorno: questa  mostra è un nuovo atto d’amore per la realtà partenopea  prolifica di talenti come lei.

Duggo| ilmondodisik.com
“L’amico d’infanzia”

“Nulla è come appare”
Personale di Annabella Dugo
a cura di Chiara Reale
con il sostegno dell’assessorato alla cultura del Comune di Napoli
Fino al 17 ottobre 2018
PAN Palazzo delle Arti di Napoli – Via dei Mille 60, Napoli
dal lunedì al sabato – 9,30/19,30
domenica – 9,30/14,30
martedì: chiuso
Per saperne di più
www.annabelladugo.it
http://comune.napoli.it/pan
tel. 081 795 8604