Sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di salvaguardare il patrimonio naturale e i suoi piccoli e grandi abitanti è di certo un nobile scopo. Farlo attraverso i linguaggi dell’arte apre una finestra su un mondo fatto di realtà stupefacenti e interpretazioni vivacissime.

È un vero e proprio viaggio nella natura selvaggia il percorso espositivo proposto da Sauvage, la doppia personale di Schili e Marco Valentini, a cura di Thessy Sembiante, in mostra al Pan- Palazzo delle Arti di Napoli, nelle sale del primo piano, fino al 27 agosto. 126 opere in mostra, di cui 86 acrilici su tela di Schili e 40 foto naturalistiche di Marco Valentini, per declinare la bellezza del mondo animale in tutte le sue variopinte sfumature.
I due diversi linguaggi, pittorico e fotografico, si avvicendano nella costruzione di un diario iconografico di viaggi esotici che i due autori da anni compiono insieme alla ricerca di specie rare e habitat remoti del pianeta.
Nei suoi dipinti Schili riprende l’antica costruzione bidimensionale dell’immagine e la sua consequenziale astrazione formale, resa attraverso la raffigurazione, su uno stesso piano, del soggetto e dello sfondo. Quest’ultimo è una composizione pittorica modulare, enfatizzata dalla sua stessa ripetizione, come un mantra che vuole permeare la nostra sensibilità di osservatori per portarci a farle parte del nostro essere più intimo, trasformandole in qualcosa di prezioso. «Con le mie opere – spiega l’autore – ho cercato di catturare non soltanto la bellezza degli animali, ma anche la dignità sacrale e la magia totemica dei loro sguardi e delle loro sagome, che emergono da un fondo a mosaico neo-bizantino».
Gli scatti di Marco Valentini sono la costruzione di lunghe attese, per catturare la magia dell’attimo fuggente. Tenerezza, amore e rispetto per i protagonisti della vita sulla terra. Questo è il messaggio che traspare in maniera chiara e limpida dalle sue fotografie. La natura ci offre il suo splendore in maniera spontanea e gratuità; sta a noi prenderci cura di questo immenso dono con tutto l’amore possibile.
Salvatore Schilirò, in arte Schili, nasce e vive a Roma dove si laurea in Architettura. Alterna l’attività di insegnamento del disegno e storia dell’arte alla produzione artistica. Da sempre viaggiatore sensibile alla conservazione della natura, questo aspetto gli hanno permesso di trasmettere con i suoi coloratissimi dipinti la straordinaria bellezza e al contempo la fragilità del mondo animale. Le opere di Schili sono state esposte alla Commissione Europea Ambiente di Bruxelles, nell’antico Palazzo dei Capitani del Popolo di Ascoli Piceno, presso il Corpo Forestale dello Stato a Roma, al Polo Museale dell’Università la Sapienza e al Museo Civico di Zoologia.
Marco Valentini nasce e lavora a Roma dove è impegnato da anni in attività relative all’educazione ambientale. Fotografo naturalista, ha visitato oltre 90 Paesi nel mondo, alla ricerca di specie rare o per documentare comportamenti peculiari di alcune specie animali. È vincitore del primo premio del concorso Cinquantenario della LIPU e del primo premio per il concorso Ecoclick.
La mostra è realizzata in collaborazione con l’assessorato alla cultura del Comune di Napoli.
PAN- Palazzo delle Arti Napoli
Palazzo Roccella, via Dei Mille 60-Napoli
orari: dal lunedì al sabato, ore 9,30 – 19,30; chiuso il martedì; domenica 9,30 – 14,30
ingresso gratuito
Info e contatti: +39 081.7958651
pan@comune.napoli.it

Per saperne di più
www.schili.it

 

RISPONDI