Sono sempre alla ricerca di più luce e spazio” afferma Santiago Calatrava, architetto, ingegnere, pittore, scultore, disegnatore, artista a tutto tondo. Ordine, luce e spazio sono i requisiti fondamentali per sentirsi bene nel proprio ambiente. Spirito eclettico alla continua ricerca di un equilibrio tra volume e luce, i due elementi essenziali del suo concetto di architettura.
Giovedì 5 dicembre, alle 19.30, al Museo e Real Bosco di Capodimonte opening della mostra “Santiago Calatrava. Nella luce di Napoli”. Anteprima per la stampa dalle 10 alle 13 con il direttore del Museo Sylvain Bellenger (co-curatore dell’evento con Robertina Calatrava, moglie dell’artista), lo stesso Calatrava e il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. Resterà allestita fino al 10 maggio.
Un percorso espositivo che evidenzia l’amore dell’artista per Napoli. Quattrocento opere tra ceramiche, sculture, disegni, maquette, che permetteranno di conoscere a fondo la sua produzione e le innumerevoli articolazioni di una ricerca artistica complessa e unica al mondo, divise tra il secondo piano del Museo di Capodimonte e l’edificio del Cellaio nel Real Bosco.
La mostra ripercorre la ricca produzione artistica (in foto, Musical star) del maestro attraverso l’evoluzione grafica delle sue opere, esplorandone la produzione nelle sue multiformi espressioni. Modelli architettonici accompagnati dai relativi studi preparatori, dipinti in acquerello, ceramiche e diverse sculture realizzate in bronzo, marmo e legno, lavori spesso ispirati alle forme e alle strutture che si trovano in natura. La luce, elemento fondamentale per delineare, raccontare e valorizzare il percorso, mettendo in risalto le caratteristiche dei materiali che compongono le opere e la loro collocazione, incanterà il visitatore.
Un progetto organizzato dalla Scabec, società regionale dei beni culturali. Un’esposizione fortemente voluta da Santiago Calatrava, sostenuta dalla Regione Campania grazie ai fondi europei POC Programma Operativo Complementare 2014-2020 e accolta con entusiasmo da Bellenger.
©Riproduzione riservata
Per saperne di più
www.calatravanapoli.it