Bruno Venturini, cittadino onorario di Napoli. Come appassionato e magnifico interprete della canzone napoletana.  Una decisione della giunta comunale su proposta del sindaco Luigi De Magistris.
 Nella delibera si sottolinea che Venturini, pur nato a Pagani, nel salernitano,  ha un legame profondo con Napoli dove nel lontano 1959 ha debuttato a Porta Capuana e che può essere considerato ambasciatore della canzone napoletana perché l’ha portata ovunque, nei cinque continenti, con il suo stile particolare, la sua altissima professionalità.
  Bruno Venturini, si puntualizza, è stato il primo artista (foto) dell’occidente invitato in Cina. Ha venduto più di cento milioni di dischi nel mondo, con una lunga serie di dischi di platino e d’oro. Ha tenuto concerti da record in tanti paesi. Tra questi, l’ex Unione Sovietica, Giappone, Canada, Australia, Corea del Sud, Inghilterra, Stati Uniti, Francia.
Ha partecipato a innumerevoli trasmissioni televisive,  ha cantato per capi di Stato e personalità internazionali: memorabili i suoi concerti per la famiglia reale britannica, Gorbaciov,  Clinton in occasione del  G7 del 1994 (il presidente statunitense lo volle, successivamente ospite alla Casa Bianca), Juan Carlos di Spagna, Papa Giovanni II nella Basilica di S. Pietro, in onore di suo zio materno, il Beato Alfonso Maria Fusco.
Il conferimento della cittadinanza onoraria avverrà durante un concerto che sarà organizzato a Napoli.