Arte e inclusione sociale. Al Museo Madre di via Settembrini 79 (Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee). Grazie alle attività didattiche gratuite inserite nel progetto annuale Io sono Felice!. Nell’ambito di #MadreTerra, in collaborazione con T.A.NA, Terranova Arte Natura e ArtStudio’93, presso la Biblioteca al primo piano del museo d’arte contemporanea della Regione Campania, il 3, 4, 6 e 7 marzo, dalle  15 alle ore 18, si svolgerà il workshop Mem Me e Madre, condotto da Silvia Capiluppi.
Si parte dalla lettera מmem, presente in molti abjad (alfabeti consonantici) semitici, dal fenicio all’aramaico, dall’ebraico all’arabo, e da cui deriva anche la “m” latina. La numerologia ebraica la associa al numero 40, simbolo di acqua, vita, maternità.
Capiluppi inviterà le donne partecipanti a scoprire e riscoprire l’innato senso dell’essere madre, relazionandosi con giovani adolescenti e guidandoli nella pratica antica del ricamo, ritenuta dall’artista una forma di meditazione.
Si potrà portare un lenzuolo bianco matrimoniale su cui ricamare il proprio nome accanto a quelli degli altri, contribuendo a creare, in una performance corale di “tessitura sociale”, degli arazzi contemporanei che saranno presentati durante l’ incontro conclusivo dell’8 marzo.
Prenotazione obbligatoria al numero: 081.197.37.254
Per saperne di più
www.madrenapoli.it
www.artstudio93.org