Novecento a Ischia. Attraverso le immagini. Una mostra che il Museo archeologico di Villa Arbusto a Lacco Ameno inaugura venerdì 28 giugno alle 20,30 in sinergia con la Scabec Regione Campania, il Comune di Lacco Ameno e la Soprintendenza archeologica speciale della Campania nel programma di valorizzazione del patrimonio archeologico e culturale Campania By Night.
Fino al 30 settembre (ingresso gratuito) si potranno ammirare 100 scatti selezionati dalle oltre 12mila fotografie dell’Archivio della Valentino Comunicazione tra fotogiornalismo e scatti d’autore: raccontano 1 secolo di storia dell’Isola verde amatissima dal jet set internazionale. E sono installati su pannelli eleganti in dibond e forex,  nel pergolato della costruzione.

In pagina, due scatti della mostra
In pagina, due scatti della mostra

Tra i pannelli esposti alcuni degli avvenimenti che hanno segnato il Novecento: dall’inaugurazione dell’Ospedale Rizzoli realizzato da Angelo Rizzoli e donato all’isola che era il suo rifugio, ai set cinematografici che videro sull’isola personaggi come Charlie Chaplin, Luchino Visconti, Mario Camerini, Anna Magnani e tantissimi altri.
Dai primi del ‘900 dove viene rappresentata una comunità ancora rurale fino alla metà degli anni ‘50 con le immagini dell’apertura dell’acquedotto e dei progetti energetici innovativi per sfruttare il potenziale geotermico dell’isola; dalla scoperta dei reperti archeologici e della famosa Coppa di Nestore, oggi custoditi proprio nel Museo di Villa Arbusto, allo sviluppo delle attività termali che vedono Ischia protagonista con Casamicciola –Terme, uno dei primi comuni italiani ad ottenere il riconoscimento di “Stazione di Cura”.
E un’incursione negli anni ottanta con le opere strutturali realizzate sull’isola dall’allora sindaco Mazzella come lo stadio.  Non manca una carrellata di volti di giornalisti ischitani (l’inizaitiva rientra nelle attività del Premio Internazionale di giornalismo) da Luigi Catalano a Giacomo Deuringer, da Giuseppe Valentino a Giuseppe Mazzella.
Spiegano i curatori:  «L’obiettivo è anche quello di educare il cittadino alla consapevolezza della bellezza della propria terra e della importanza della sua storia»
Per saperne di più
www.campaniabynight.it