Torna Pino D’ Angiò, icona pop degli anni Ottanta (foto) e artista fuori dal coro, dopo aver superato devastanti esperienze che gli hanno minato la salute. Riappare sulla scena musicale con un album di Jazz dissacrante, divertente e politicamente scorretto.
Jazz donne fragole & ombrelli arriva insieme a 11 audio-poesie: Poesie a bocca Chiusa trasmesse in passato su Rai RadioUno, con un successo enorme e inaspettato (più di 20mila lettere di richiesta, ma allora non ne esisteva il disco… erano solo un suo gioco personale).
D’Angiò, all’anagrafe Giuseppe Chierchia, interpreta tutte le sue canzoni, unico cantante al mondo, quasi senza corde vocali. L’artista ha vinto un Grammy Award in Usa per il Rhythm & Soul Music ed è citato da Bilboard, la rivista americana ritenuta la Bibbia della musica pop come inventore e fondatore del genere trance con il brano Age of love.
Il ritorno alla scena musicale come protagonista (anche se ha continuato in tutti questi anni a comporre brani), coincide con le riprese di un docufilm sulla sua vita girato dal regista tedesco  Deniz Cooper, che al Festival di Berlino ha vinto il premio per il miglior film opera prima con la colonna sonora firmata dalmusicista napoletano.  
Racconta D’Angiò: «Sto restituendo la musica a quelli tra 30 e 60 anni, ne erano stati privati, esclusi, con me si divertono e si commuovono da capo… e i ragazzi mi scoprono e rimangono affascinati» .

RISPONDI