copertina libro Siani| ilmondodisuk.com
Qui sopra, la copertina del libro dedicato a Giancarlo Siani. In alto, il giornalista ucciso 33 anni fa

Un bambino speciale raccontato ai bambini. Giancarlo Siani. Il bambino che vivrà per sempre (Buk Buk Editore, 2018)  è il  nuovo libro di Angela Mallardo, giornalista, scrittrice ma soprattutto ‘maestra’ di lungo corso oggi insegnante presso il 2°Circolo didattico “Giancarlo Siani” di Mugnano di Napoli dove ha progettato e coordinato numerose attività di educazione ambientale e di inclusione sociale e dove attualmente è la referente alla Legalità e responsabile della Valutazione.
Angela lo presenterà mercoledì 14 novembre alle ore 15.30 nella Biblioteca Pagliara dell’Università Suor Orsola Benincasa, un Ateneo che vanta una tradizione plurisecolare negli studi pedagogici: oggi è sede di un corso di laurea magistrale in Scienze della Formazione primaria (direttamente abilitante all’insegnamento nelle scuole d’infanzia e primaria), al secondo posto in Italia per numero di posti assegnati dal Miur.
L’incontro offrirà spazio al  dibattito sulla “Narrazione come educazione sociale”. Con l’autrice, interverranno: Lucio d’Alessandro, rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa, Enricomaria Corbi, preside della Facoltà di Scienze della Formazione del Suor Orsola, Fabrizio Manuel Sirignano, presidente del Corso di Laurea in Scienze della Formazione primaria del Suor Orsola,  Lucia Ariemma, ricercatore di Pedagogia generale e sociale all’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli” e Vincenzo Sarracino, professore straordinario di Pedagogia generale e sociale dell’Università Suor Orsola Benincasa.
I primi capitoli raccontano l’infanzia, un segmento inedito della vita del giornalista mediante i nuclei tematici della famiglia, del gioco, del carattere, della scuola e del tempo libero. Gli ultimi capitoli si concentrano su impegno giornalistico, morte e memoria che viene costruita e rinnovata giorno per giorno da trentatré anni grazie a molteplici iniziative e anche grazie alla sua auto Citroën Méhari divenuta il simbolo della libertà di stampa e di espressione non solo a livello locale, ma a livello nazionale ed europeo.
Arricchiscono le pagine del volume  piccoli brani tratti da pubblicazioni o dal web dove scrittori, giornalisti, intellettuali, colleghi e amici di Giancarlo esprimono pensieri su di lui come persona e professionista. Infine, un’appendice con dei suggerimenti metodologico-didattici per consentire ai giovani lettori una riflessione sui temi trattati e un approfondimento dei contenuti.
Per saperne di più
https://www.unisob.na.it/eventi/