Il cappotto per i senza dimora. Un’iniziativa presentata nella Sala della Giunta  di Palazzo San Giacomo, alla presenza degli  assessori alle Pari Opportunità e alle Politiche Sociali, Francesca Menna e Monica Buonanno,
Il progetto è dell’associazione  N’Sea Yeat che, attraverso la campagna di sensibilizzazione al riciclo della plastica “Prendi #3”, ha realizzato appendiabiti ecologici, con materiale riciclato, per dare la possibilità ai cittadini di donare indumenti a chi ha più bisogno o non ha una casa.
l’iniziativa è stata illustrata dai rappresentanti dell’associazione  N’Sea Yeat presieduta da Dario Catania e dalla Comunità di S. Egidio dove saranno sistemati gli attaccapanni su cui lasciare vestiti e coperte. Il primo appendiabito (realizzato da Giancarlo Minniti) sarà collocato nella sede della Comunità di Sant’Egidio in Via Gianturco 97 – IV Municipalità, mercoledì 19 Febbraio alle ore 15.
Spiega Catania: «Questa iniziativa vuole unire il sociale all’ambiente. Il messaggio è che le cose si possono fare insieme. Invitiamo le persone a raccogliere tre pezzi di plastica al giorno per invertire il comportamento, ovvero non gettare il rifiuto ma trattenerlo per farlo valorizzare. Il rifiuto è una risorsa».

Qui sopra, l'appendiabiti. In alto, un'immagine metafora di una vita senza punti di riferimento
Qui sopra, l’appendiabiti. In alto, un’immagine metafora del buio esistenziale