Manuale/ Come può sopravvivere chi si sente alieno: Matteo Gracis riflette sulla libertà di essere sé stessi

0
113

«Ad un certo punto della sua vita – nel 1846 – Henry David Thoreau fu arrestato. Il grande filosofo e scrittore statunitense si rifiutò infatti di pagare una tassa imposta dal suo governo. Tassa che serviva a finanziare una guerra schiavista nei confronti del Messico. Per questo fu prelevato dalla sua dimora e messo in carcere. Di lì a breve, uno dei suoi migliori amici e colleghi, Ralph Waldo Emerson, andò a trovarlo. Vedere Thoreau dietro alle sbarre era cosa strana: non si trattava di un emarginato né di un criminale, bensì di una persona distinta e rispettabilissima. Così il suo amico gli chiese: “Henry, cosa ci fai lì dietro?!” La risposta di Thoreau fu: “Caro Waldo, la questione non è cosa ci faccio io qui dietro, ma cosa ci fai tu lì fuori”»: è uno degli interessanti aneddoti che si possono trovare nel nuovo libro del giornalista Matteo Gracis “Manuale di sopravvivenza per esseri umani che si sentono alieni”.
È un’opera ricca di suggestioni e di spunti di riflessione, in cui l’autore ha presentato il suo punto di vista su argomenti importanti come il libero arbitrio e la necessità di sviluppare il pensiero critico e di perseguire la verità; oltre alle sue parole vi sono inoltre citazioni letterarie, musicali e cinematografiche, illustrazioni ed enigmi che rendono il testo di piacevole lettura oltre che intellettualmente stimolante.
Matteo Gracis vuole generare il dubbio nella mente del lettore, vuole spingerlo a riflettere su sé stesso e sulla società, vuole creare massa critica in grado di opporsi all’ottundimento delle coscienze. L’autore veicola messaggi fondamentali che non riguardano solo gli esseri umani ma anche il loro rapporto con l’ambiente, che soffre a causa della loro cecità alimentata da un sistema che li vuole inconsapevoli e schiavi; egli parla del bisogno di riappropriarci del diritto di scegliere per noi stessi, in linea con i nostri valori e i nostri desideri, senza dover essere costretti a seguire una strada tracciata da altri.
L’autore si definisce un ribelle, un anticonformista e un libero pensatore che non vuole accettare la triste e illusoria realtà in cui viviamo ma vuole combattere per autodeterminarsi e per aiutare chi vuole ascoltarlo a fare lo stesso, anche rischiando di apparire un disadattato, o addirittura un alieno – «Il saggio Jiddu Krishnamurti – filosofo indiano del secolo scorso – ci ha insegnato che “non è un segno di buona salute mentale essere bene adattati a una società malata”».  (Federico Alessi)
Riproduzione riservata©
IL LIBRO
Matteo Gracis
“Manuale di sopravvivenza per esseri umani che si sentono alieni”

Casa Editrice: Do it human Editori
Genere: Saggio/Manuale di crescita personale
Pagine: 320
Prezzo: 19

Per saperne di più
www.matteogracis.it
www.doithuman.com

Booktrailer

RISPONDI

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.