Con Medea Art un doppio appuntamento per una domenica nel comune denominatore dell’arte. Si parte dal Caffè Gambrinus l’11 novembre, ore 10.30, per arrivare a Palazzo Salerno, un meraviglioso appartamento, poco frequentato dai percorsi giudati più battuti, un tempo appartenuto all’Ammiraglio Acton e succesivamente a Leopoldo di Borbone. L’associazione culturale accompagna i suoi soci tra saloni, salette, canapè, dipinti di Salvator Rosa e altri provenienti dalla Reggia di Caserta, arredi del ‘700, sete di San Leucio e porcellane di Capodimonte. Per non parlare dei rigogliosi giardini contigui all’appartamento, con fontane e sculture dell’Epoca d’oro. Annessa all’edificio anche l’antica Chiesa in Santa Croce.
In esclusiva per gruppi di almeno 15 persone anche la visita guidata a “Klimt Experience” nella Basilica dello Spirito Santo, un concetto nuovo di percepire e vivere l’esperienza artistica attraverso il dato multimediale, per una perfetta fusione di storia e contemporaneo che punta verso la realtà aumentata. Rivivere la storia di quel momento rivoluzionario che fu la Vienna di fine ‘800 attraverso le opere del padre della Secessione viennese, Gustav Klimt, grazie a un’innovativa tecnologia, progettata in esclusiva per la video installazione, che restituisce allo spettatore la possibilità di un’immersione nell’arte.
Immagini, luci, colori, musica e suoni avvolgono il pubblico, integrandosi con il fascino della sede espositiva, la Basilica dello Spirito Santo e lo sfondo musicale dei capolavori di Beethoven, Wagner, Mozart. Ventiquattro proiettori laser trasmettono oltre settecento immagini sulle superfici dell’imponente e scenografico allestimento, riproducendo immagini e video in altissima risoluzione.
Medea art è partner dell’evento “Klimt Experience”, in convenzione esclusiva.

La prenotazione delle due visite è obbligatoria, entro e non oltre il 9 novembre, indicando i dati anagrafici, al 3404778572 o all’indirizzo email info@medeart.eu