C’è tempo fino al 14 luglio per visitare la mostra “Le donne nel mito” nella splendida dimora settecentesca partenopea a Villa di Donato, in piazza s. Eframo Vecchio, alle spalle dell’orto botanico. Dopo lo spettacolo collegato a questa iniziativa e rappresentato in data unica alla fine di giugno.
Una suggestiva performance dell’attrice Anna Maria Ackermann che ha interpretato brani di opere letterarie e teatrali celebri dedicate alla donne, collegate ai lavori artistici di Teresa Cervo, Valeria Corvino, Antonella Lucarella Masetti, Viviana Rasulo e Antonella Romano.
Spiega la padrona di casa, Patrizia de Mennato, anima del progetto espositivo e teatrale : «Villa di Donato ha scelto da tempo di essere, prima di tutto, un luogo di incontro delle tante forme d’arte e di cultura, come conferma questa idea che si propone di far dialogare le arti visive con l’arte della parola e il senso della storia. “Le donne del mito” evoca nella mia mente l’incontro tra storie della grande tradizione letteraria: Clitennestra, Medea, Penelope e Maria Callas. Vittime delle loro passioni, del loro essere nel tempo e tuttavia artefici tragiche del proprio destino. Tutto questo è stato tradotto nell’intensità del recital di Anna Maria Ackermann ma anche in quella delle opere di Teresa Cervo, Valeria Corvino, Antonella Masetti Lucarella, Viviana Rasulo e Antonella Romano. Donne per un discorso sulle Donne. Sulle passioni, le ambizioni, i miti, i destini, i sogni di Donne. Ognuna delle 5 artiste presente con la propria storia, con la propria poetica, con le tecniche delle propria produzione creativa».

Qui sopra, un’opera di Antonella Masetti. in alto, la proposta di Viviana Rasulo


L’esposizione parte giardini alla corte per poi giungere alla rimessa, passando attraverso l’atrio e scivolando fra le sale consecutive fino a giungere alla limonaia.
Fotografia, pittura, installazione e scultura si coniugano armoniosamente intessendo una fitta trama di dialoghi “silenziosi” e interrogativi irrisolti. Una polifonia di colori, materiali e significati, per far emergere il senso di una enigmatica femminilità “universale” .
Sarà possibile visitare la mostra su prenotazione ma anche in occasione degli appuntamenti in programma per la rassegna “Forever. Villa di Donato in giardino” come quello di stasera, alle 19,30, Max 70. In scena, 3 talenti di Avos Project, scuola internazionale di musica presieduta da Mario Montore: i giovani musicisti eseguiranno il trio elegiaco di Rahcmaninov e il capolavoro di Johannes Brahms, quintetto in fa minore.
Per saperne di più
Villa di Donato – Piazza S. Eframo Vecchio, 80137, Napoli
 www.villadidonato.it
 https://www.facebook.com/villadidonato/
prenotazioni@villadidonato.it

RISPONDI