L'Uomo-che-cadeva-sempre-COPERTINA-color-con-logo-(3)Due novità proposte da editori napoletani.
 Generazioni d’autore a confronto. Cominciamo con L’uomo che cadeva sempre. E’ il romanzo grafico del 24enne romano Lorenzo Pontani pubblicato da  Phoenix Publishing (pp.100, euro 15,50). Cento variopinte e intense tavole dove si alternano immagini di re, cavalieri, creature alate e pesci volanti, castelli e un eroe: un omino bluastro senza testa.
L’omino, senza una apparente ragione, precipita di continuo dal cielo e ogni volta deve fare l’impossibile per tornare sul suo piccolo pianeta, usurpatogli da Occhio Piumato. Tutte le volte che tenta di risalire, incappa in soggetti e paesaggi visionari. La sua missione ruota attorno allo scontro di due strambi personaggi: l’antico regnante di una valle, rimasto incastonato nella terra e il guerriero che ha imprigionato il sovrano, intento a ristabilire le sorti del reame.
Un volume ricco di spunti onirici e dalla trama complessa che, però, solletica l’intuizione del lettore. Le immagini sono coloratissime e sgargianti, con rimandi ad Adventure Time di Pendleton Ward e strizzatine d’occhio ai lavori del maestro Jacovitti. I pochi dialoghi hanno il potere di liberare la fantasia del lettore, e aprirgli la strada a vari piani interpretativi.
Una fiaba per tutte le età, dove non esistono buoni o cattivi, ma una storia avvincente da guardare più che da leggere.

Qui sopra, la copertina del libro di Treccagnoli. Nelle altre due immagini, il romanzo grafico di Pontani
Qui sopra, la copertina del libro di Treccagnoli. Nelle altre due immagini, il romanzo grafico di Pontani

L’altra novità arriva dall’editore Pasquale Langella che da libraio si è da poco affacciato nel mondo dell’editoria. E adesso ci propone  Tisanuri (euro25) del giornalista Pietro Treccagnoli, che, dopo aver lavorato per anni nella redazione del mattino, adesso collabora con il Corriere del mezzogiorno.
  Il piccolo volume inaugura la collana Carte e Cartuscelle, che ospiterà curiosità bibliografiche e altro. Tisanuri è un racconto delicato e prezioso. L’odore, il fruscio delle pagine e la sua confezione che ricorda tempi antichi sono gli ingredienti che lo rendono magico.
Una edizione limitata numerata di 170 esemplari, stampato su carta Fabriano Roma Raffaello, con cucitura a filo fatta a mano, cofanetto editoriale artigianale con chiusura a spago e punzonatura in ceralacca.


 

 

 

RISPONDI