Poesia/ “Vagabondaggi nel Sud” di Rosanna Quintili: 12 immagini dipinte con le emozioni

0
210

I nonluoghi sono un’invenzione linguistica dell’antropologo francese Marc Augé. Nell’ultimo decennio del secolo scorso il suo saggio che introdusse questo neologismo utilizzava il termine per descrivere quei posti senza identità, affollati da una collettività di passaggio, come, per esempio, gli aeroporti. Dove la comunicazione può essere casuale quanto il passaggio temporaneo, fonte di incontri occasionali con facce che non si incroceranno più. Una somma di individualismi solitari destinati a essere inghiottiti dall’oblio.
Al contrario la memoria delle persone è affollata da città, isole, scorci che hanno scandito e solcano ancora il ritmo della vita. Sono questi che attraversano l’esile (solo nel numero delle pagine inserite nell’ariosa impostazione grafica di libero De Cunzo) ma suggestivo libro poetico firmato da Rosanna Quintili, “Vagabondaggi nel Sud” pubblicato da Gutenberg edizioni (la prefazione è di Nicola De Blasi, ordinario di Storia della lingua italiana nell’Università di Napoli Federico II).
Il sottotitolo completa le informazioni: 12 poesie di Rò (che è il familiare nomignolo della stessa autrice). Si comincia da immagini dipinte con le parole che rievocano Torre del Greco, popoloso centro vicinissimo al parco nazionale del Vesuvio, negli anni quaranta come quella intrisa di intrisa di malinconia dove sembra di annusare il Profumo/di resina/ di antichi/ tronchi/ segati,/ per costruire barche che condurranno lontano, senza ritorno.
Poi lo sguardo dei ricordi si allarga nella Napoli perduta della sua giovinezza mentre su Procida volano gabbiani impazziti che annunciano venti lontani. E il sogno, infine, si libra nel cielo di Ravello chiudendo il cerchio delle emozioni istantanee affidate al foglio bianco.
L’autrice è nata a Napoli da mamma umbra e ha vissuto i primi anni della sua vita tra il golfo partenopeo e Orvieto. Già docente in istituti come quello per il cinema e la tv Roberto Rossellini di Roma, ha realizzato numerosi documentari e da pittrice ha esposto in personali e collettive a Capri, Ravello, Bolsena, Napoli. Coltiva l’amore per la poesia partecipando con successo a vari concorsi e vive in Tuscia, nell’affettuoso abbraccio con la natura.
©Riproduzione riservata

RISPONDI

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.