Pareti dipinte. Dallo scavo alla valorizzazione. Se ne parla dal 9 al 13 settembre  al Colloquio internazionale dell’Aipma (Association Internationale pour la Peinture Murale Antique) giunto alla XIV edizione.
250 relatori provenienti da tutto il mondo, 53 interventi e 57 poster, cinque giorni di confronto in quattro sedi, fra il Museo archeologico nazionale di Napoli (lunedì 9 settembre, per l’avvio dei lavori) e il Parco Archeologico di Ercolano (venerdì 13 settembre), con tappe al Centre Jean Bérard (10 settembre), all’Accademia di Belle Arti di Napoli (11-12 settembre) e al Museo Archeologico Virtuale di Ercolano (13 settembre).
Si racconterà l’iter suggestivo che si dipana tra lo scavo, la ricerca in biblioteche ed in archivi, il restauro (anche virtuale) e l’esposizione dell’opera: un percorso articolato in cui le nuove tecnologie e l’approccio multidisciplinare hanno rinnovato la professione dell’archeologo alle soglie del terzo millennio.
Dopo i Colloqui di Bologna (1995) e Napoli (2007), il territorio vesuviano diverrà scenario ideale per una settimana di lavoro sul laboratorio creativo che caratterizzava la pittura antica, soprattutto parietale.
Sabato 14 settembre in programma un’escursione a Positano, alla scoperta del Museo archeologico romano (foto) inaugurato nel 2018. I lavori dell’incontro saranno aperti a tutti, nel limite dei posti disponibili: si consiglia la preiscrizione all’indirizzo AIPMA2019@gmail.com.