Porto Seguro editore/ Gabriele Impera racconta la passione per il running. In un romanzo corale

0
430

Running club di Gabriele Impera (pubblicato da Porto Seguro editore) è un romanzo corale in cui si narra dell’amicizia tra cinque persone, unite dalla passione per il running; l’autore ha dichiarato di aver scritto questo libro per raccontare delle sue esperienze con questo sport, e per omaggiare tutti coloro che ha incontrato durante il suo percorso, e che gli hanno insegnato che non bisogna arrendersi di fronte alle difficoltà, sulla pista da corsa come nella vita privata.
È quello che accade anche ai personaggi di questo romanzo: ognuno di loro deve affrontare delle sfide personali, mentre cercano anche di preparare una gara per mettere alla prova le loro abilità di runners; la loro amicizia è preziosa perché uniti riescono a farsi coraggio e a supportarsi. Alberto è il protagonista dell’opera: è un uomo arrogante e competitivo, che cerca di non far mai trasparire i suoi veri sentimenti e per questo motivo appare ancora più freddo di quello che realmente è; egli sta per preparare la sua seconda maratona quando viene a conoscenza del fatto che la madre ha un tumore molto aggressivo, e decide quindi di rinunciare al suo proposito.
La sofferenza per la malattia della madre lo spinge a isolarsi ancora di più; per non soccombere alla tristezza decide di creare un gruppo su Facebook chiamato “Running club”, per condividere la sua esperienza di runner e per offrire il suo aiuto a chi ne ha bisogno. Al gruppo aderiscono molte persone, tra le quali vi sono Carlo, uno dei più cari e vecchi amici di Alberto, e Anna, un’altra amica di vecchia data del protagonista nonché ex fidanzata di Carlo, che è da poco tornata dalla Spagna dove ha vissuto per diverso tempo.
In seguito si aggiungono un giovane e appassionato runner, Federico, e una novizia, Chiara, che diviene subito la mascotte del gruppo: Alberto, Carlo, Anna e Federico decidono di aiutarla ad allenarsi per migliorare nella corsa, e per partecipare quindi alla sua prima mezza maratona
L’autore ci racconta degli estenuanti allenamenti, e ci introduce nel mondo del running mostrandoci tutti gli aspetti di questa disciplina; allo stesso tempo ci racconta delle vite private dei suoi personaggi, ognuno con i propri problemi e con le proprie ansie. Sarà la corsa a permettere loro di liberarsi, anche se per un tempo limitato, delle loro preoccupazioni, e sarà l’amicizia a tenerli saldi mentre affrontano le sfide della vita, e a farli rialzare quando, inevitabilmente, cadranno. (Lisa Gioberti)
Per saperne di più
facebook
instagram
youtube
Ibs

RISPONDI

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.