«Un posto unico!». Affascinato da Ravello, Riccardo Muti nella sua passeggiata mattutina, prima del concerto di stasera, affacciato al Belvedere di Villa Rufolo in compagnia della moglie Cristina.
Il maestro, che questa sera, per la prima volta, salirà sul podio del Festival , non ha voluto perdere l’occasione di visitare il centro storico della città della musica.
«Ero venuto qui solo tanti anni fa quando ero studente. Poi la vita mi ha portato altrove» ha raccontato tra i giardini di Villa Rufolo accompagnato dal direttore artistico Alessio Vlad e dallo staff del Festival.
Rilassato e in vena di raccontare aneddoti si è concesso un giro anche tra le botteghe del centro non sottraendosi alle numerose di richieste di foto dei turisti che in questa prima giornata di settembre continuano a scegliere la costiera amalfitana.
Si è poi soffermato a lungo negli uffici della Fondazione Ravello davanti alle vecchie foto e ai manifesti storici del Festival. È stato qui che Muti ha regalato ricordi legati a fatti e personaggi.
Muti a Ravello con la moglie Cristina, fotografati da Nicola Mansi

RISPONDI