Alla Fondazione Premio Napoli i finalisti dialogano con i lettori. Live sulla pagina di facebook: appuntamenti letterari dal 9 al 23 novembre con gli otto autori in gara per il Premio Napoli 2020 (uno dei finalisti della sezione “Poesia” ha ritirato la propria candidatura per problemi di salute).
Protagonisti: Igor Esposito e Tommaso Giartosio, candidati per la sezione “Poesia”; Sarah Gainsforth, Luciano Mecacci e Davide Sisto, candidati per la sezione “Saggistica”; Igiaba Scego, Valeria Parrella e Remo Rapino, candidati per la sezione “Narrativa”.
Gli incontri online, a cura di Carmen Petillo, saranno introdotti da Domenico Ciruzzi, presidente della Fondazione Premio Napoli, unico nel panorama nazionale: invita la cittadinanza a decretare i vincitori attraverso la condivisione di un percorso di lettura.
I riconoscimenti, che rappresentano il risultato dei voti espressi dai “giudici lettori”, saranno consegnati nel corso di una cerimonia conclusiva attualmente in programma il 22 dicembre al Teatro Mercadante.
L’edizione 2020 conta più di mille “giudici lettori”: le adesioni sono state raccolte sul sito web www.premionapoli.it.
La diffusione capillare degli oltre cinquanta comitati di lettura, distribuiti tra Napoli e provincia e nelle strutture carcerarie di Secondigliano e Poggioreale, sono l’anima di una rete letteraria in perenne espansione. I gruppi di lettura sono interlocutori privilegiati nella programmazione culturale del Premio Napoli: il maggior numero dei partecipanti è costituito da insegnanti e studenti delle scuole superiori, tra il centro e la periferia.
In foto, alcuni dei libri finalisti

RISPONDI