Capitale europea del Vino 2019, il Sannio  incontra la Città della Musica. Al concerto dell’Orchestra Filarmonica della Scala al Ravello Festival, il coordinatore di Sannio Falanghina 2019, Floriano Panza (sindaco di Guardia Sanframondi), ha consegnato all’emergente direttore d’orchestra Lorenzo Viotti il manifesto celebrativo firmato dall’artista Mimmo Paladino e una bottiglia di Falanghina speciale: la prima di 5000 bottiglie da collezione, prodotte da tutte le Cantine del Sannio, con il manifesto stampato sull’etichetta (foto).
Spiega Panza:  «Il palcoscenico internazionale del Ravello Festival e il talentuoso direttore Viotti hanno benedetto la nostra nuova etichetta in serie limitata. Questa iniziativa, ancora una volta, è la conferma di quanti risultati possiamo raggiungere quando procediamo uniti con l’obiettivo di promuovere il prodotto ed il territorio. Una bottiglia di Falanghina contiene il sacrificio, la storia e la passione del popolo beneventano e, da oggi, esprime anche la creatività dell’artista sannita Mimmo Paladino».
Intanto la musica continua a Ravello fino al 20 ottobre. Fine estate e inizio autunno tra si concerti cameristici della sezione ‘Nel Giardino di Wagner’ e  quelli  per organo nel Duomo di Ravello e ancora spazio alla ‘Meglio Gioventù’ dei conservatori, progetto fvoluto dal Commissario della Fondazione Ravello Mauro Felicori.
Mercoledì 4 (ore 12) matinée nella Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo con l’Orchestra dei plettri del Conservatorio di Musica ‘S. Pietro a Majella’ di Napoli che inaugurerà la serie di 12 concerti che vedranno in pedana i talenti della meglio gioventù fino al 13 ottobre; giovedì 5 e sabato 7 (ore 23) invece, due appuntamenti cameristici con il Quintetto di Fiati e il Quartetto d’archi del Teatro di San Carlo di Napoli accompagnati al pianoforte da Giuseppe Albanese. Primo appuntamento in Duomo con ‘Le note di Sigilgaita’, giovedì 12 con Andrea Macinanti.

 

Per saperne di più
www.ravellofestival.com
 Boxoffice: tel. 089 858422
boxoffice@ravellofestival.com