Creativi di tutte le arti chiamati a rapporto dal Teatro Bolivar per proseguire con il secondo appuntamento di Riapro…a modo mio!
L’iniziativa, nata da un’idea di Romina De Luca, con la regia teatrale di Renato Di Meo, vuole promuovere le discipline performative nonostante le misure restrittive anticovid non diano la possibilità al momento di aprire con serenità i teatri al chiuso. Così lo spettacolo si sposta, per così dice, entrando nella scatola televisiva.

In foto, il clown Azafràn. In alto, un altro momento dello spettacolo

Il secondo appuntamento sarà trasmesso per un’intera settimana, a partire da martedì 7 luglio ore 21, su Tv Capital, Tela A e Tela A+, nell’ambito del format televisivo …In Città, condotto da Lorenza Licenziati

Per il teatro vanno in scena Renato di Meo, con una rivisitazione in chiave contemporanea del monologo di Charlie Chaplin Il grande dittatore, e Imma Russo che interpreta Bambenella.  Non mancherà la comicità con Giorgio Gori, che farà da disturbatore tra una pièce e l’altra, con Azafràn, un dolcissimo e strepitoso clown di origine argentina e con il cabaret del giovane attore napoletano Mariano Grillo. Per la danza si esibiranno Sabrina Abagnale con un passo di danza contemporanea che farà da ouverture allo spettacolo, Sergio Cortazzo e Silvia Carlino, in un romantico e seducente tango argentino, Najat e Sefora che porteranno sul palco del Bolivar le sonorità e i ritmi esotici della danza del ventre.

In foto, Francesca Curti Giardina con Dario Di Pietro

E poi, tanta musica: Mikele Buonocore canterà uno dei brani da lui scritti per l’etichetta discografica indipendente #evergreen, con la quale l’artista si propone di rinnovare la tradizione canora partenopea, ridisegnano i confini artistici di una tradizione centenaria. È sempre dalla penna di Buonocore che esce fuori il brano N’atu sole, magistralmente interpretato da Gennaro De Crescenzo. Porta in scena Femmena, brano tratto da un suo più ampio progetto teatrale, Roberta Tondelli con testi di Gaetano Amato e musiche di Andrea De Luca. Si fa interprete della canzone classica napoletana Francesca Curti Giardina, accompagnata dalla chitarra di Dario Di Pietro e dalla fisarmonica di Andrea Bonetti.
Novità di questo secondo appuntamento è la
partecipazione straordinaria di Francesco Meola che presenterà il suo libro Cenere e passione nella Pompei del 79 d.C. Storia di un amore sotto il vulcano, edizioni Spring.

Messe in onda: martedì 7 luglio, ore 21 e mercoledì 8 luglio ore 18.30 su Tv Capital; giovedì 9 luglio, ore 22.30 su Tele A+
Repliche
fino a lunedì 13 luglio su Tv Capital, Tele A e Tele A+
Regia teatrale: Renato Di Meo

RISPONDI