Partirà col botto il nuovo anno per il frontman de ‘La Maschera’, Roberto Colella (foto). Sarà in concerto al Teatro Trianon Viviani (piazza Vincenzo Calenda, 9 – Napoli) sabato 7 e domenica 8 gennaio 2023 in prima assoluta, portando le sue canzoni in una nuova veste, una veste sinfonica.
Prima data il 7 gennaio 2023, con sold out incredibile in poco meno di 24 ore. Si aggiunge, perciò, una seconda data, l’8 gennaio 2023. In prima assoluta, condividerà il palco con l’Orchestra Athena, orchestra partenopea tutta al femminile, nata da un’idea della direttrice Federica Di Vaio e del primo violino Emiliana Cannavale. 
«Per la prima volta porto in scena un concerto che sognavo da tempo: la mia musica e canzoni che ho pensato di cucirmi addosso, arrangiate e proposte con un’orchestra d’archi! – dice Roberto Colella. L’Orchestra Athena è composta interamente da giovani donne straordinariamente talentuose… e sono sicuro riusciranno a trasmettervi sensazioni immense. Per il resto, avrete modo di ascoltare brani tratti dai miei dischi (La Maschera) e alcune chicche che non posso ancora svelarvi. Un percorso pensato apposta per una cornice poetica come quella del Teatro Trianon Viviani, che affonda le radici nel cuore della città». Link alle prevendite per la data dell’8 gennaio: http://bit.ly/3GldBNI
Autore, compositore e polistrumentista, Colella è il frontman della band partenopea La Maschera. Fondato nel 2013 insieme a Vincenzo Capasso alla tromba (e oggi con Antonio “Gomez” Caddeo al basso, Marco Salvatore alla batteria e Alessandro Morlando alla chitarra elettrica), il gruppo raggiunge fin da subito un buon successo di ascolti e di pubblico sia sul territorio campano che nazionale. La pubblicazione di ”Pullecenella”, brano che anticipa il primo album ‘O vicolo ‘e l’allerìa (2014, etichetta Full Heads), ha un inatteso riscontro di visualizzazioni su YouTube e cambia i programmi di Roberto, che ai tempi aveva in tasca un biglietto aereo per Praga. Studente di lingue all’università, era in partenza per l’Erasmus, ma il successo della clip cambia i suoi piani.
Nell’estate del 2015 arriva l’incontro col musicista senegalese Laye Ba, da qui nascono due brani composti ed eseguiti insieme, e un viaggio in Senegal per girare il videoclip di “Te vengo a cercà”, brano di apertura di ParcoSofia, secondo album della band (2017, Full Heads). ParcoSofia entra nella cinquina delle Targhe Tenco come miglior album in dialetto, e la Maschera si aggiudica il Premio Andrea Parodi, il più prestigioso riconoscimento italiano per la World Music. 
La Maschera – dopo il tour nazionale di 12 date nelle principali città italiane di cui molte sold out – porta la sua musica all’estero: un tour in Portogallo, un minitour in Canada e la partecipazione alla Seoul Music Week e al Suseong World Music Festival in Corea del Sud. Di ritorno dalla Corea, tra le altre date del tour estivo, la band calca i palchi di importanti festival nazionali e internazionali quali lo Szieget, l’Home Festival, il Folkest e il Giffoni Music Concept. 
In quegli anni, Roberto incontra Daniele Sepe e prende parte al Collettivo che raccoglie alcune tra le migliori realtà musicali di Napoli contemporanea, e con il quale pubblica due album: Capitan Capitone e i Fratelli della Costa e Capitan Capitone e i Parenti della Sposa. Nel 2019 arriva anche l’incontro con Vitorino Salomé, simbolo della musica popolare portoghese, che viene invitato come ospite al concerto del 19 dicembre 2019 alla “Casa della musica” di Napoli e con cui La Maschera registra “Se mai fossi”, riadattamento del brano di Salomé “Se tu es o meu amor”, pubblicato a gennaio 2020. Un mese prima, esce “‘A cosa justa”, una canzone d’amore scritta a quattro mani (testo di Alessio Sollo, musica di Roberto Colella). Arriva la pandemia, che Colella decide di vivere dedicandosi alla musica: «suonare, scrivere, registrare, in casa e con pochi mezzi, mi ha regalato una sensazione di libertà assoluta, trasformando la zona rossa e l’isolamento in un’isola felice», racconta Roberto. In quei mesi si scopre anche conduttore radiofonico, e per quattro domeniche consecutive conduce Radiolella, il programma da lui ideato, trasmesso in diretta da Radio CRC. 
Il 21 dicembre 2020 esceIsolamente”, il suo primo album solista. L’album racchiude in sé 11 tracce, rifacimenti di vecchi successi della tradizione napoletana e sarda insieme ad altri capisaldi della musica, interamente arrangiate, suonate e cantate da Roberto Colella nei mesi di novembre e dicembre, quando la Campania è nuovamente zona rossa (e in cui Roberto suona: chitarra acustica, classica, semiacustica, elettrica, 12 corde, basso elettrico, mandolino, cuatro venezuelano, geppino, piano, synth, batteria elettronica, tammorra, shaker, timpano, flauti, sax tenore, sax soprano, bottiglie di vetro e addirittura un secchio di plastica). Stampato in 400 copie in tiratura limitata, Isolamente è andato sold out in meno di 24 ore e in ristampa subito dopo con altre 400 copie a nome Ernesto, alter ego di Roberto in quarantena. 
A seguire, il video di Roberto Colella & Orchestra Athena ‘A cosa justa, meraviglioso brano tratto dall’album de ‘La Maschera’ “Sotto chi tene core”, uscito il 13 maggio 2022, un concept album di 9 canzoni che parlano di riscatto sociale e sentimentale, un invito ad alzare lo sguardo e farsi avanti. Storie vere, dove l’urlo di chi non ha voce diventa grido di battaglia.

https://www.youtube.com/watch?v=-tsUsKAbhWA

RISPONDI

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.