Nasce a Portici il primo laboratorio in Europa, tra i pochi al mondo, interamente dedicato alla caratterizzazione delle piante (foto) per i sistemi rigenerativi di supporto alla vita.
Sarà inaugurato lunedì 4 novembre, alle 9.30, nella Reggia di Portici, sede del dipartimento di agraria dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.
Tra i protagonisti di questo traguardo, un gruppo di ricerca del dipartimento di Agraria dell’antico ateneo, composto da Stefania De Pascale, Giovanna Aronne, Carmen Arena, Veronica De Micco, Antonio Pannico, Roberta Paradiso e Youssef Rouphael, che da oltre 20 anni studia aspetti biologici, agronomici e ambientali relativi alla coltivazione delle piante per lo spazio.
Il laboratorio nasce dalla collaborazione tra l’Agenzia spaziale europea (Esa) e il gruppo di ricerca, nell’ambito del programma Melissa – Micro-Ecological Life Support System Alternative. Il programma di ricerca MELiSSA studia da oltre 30 anni i sistemi di supporto alla vita a ciclo completamente chiuso con un approccio di tipo ecosistemico. Obiettivo principale è analizzare e sviluppare sistemi e tecnologie per produrre cibo, rigenerare risorse vitali (acqua e ossigeno) e riciclare rifiuti organici di varia natura per missioni spaziali di lunga durata.
E nella sede di agraria  lunedì 4 novembre, alle 9.30, la Fondazione Portici Campus presenta il progetto Portici, meta del turismo scientifico in Campania.
L’iniziativa è dedicata alle scuole di ogni ordine e grado dell’area vesuviana e terminerà il 10 dicembre. Alla inaugurazione della mostra scientifica, che sarà aperta al pubblico dal 4 all’8 novembre (dalle 9.30 alle 13),  oltre al direttore della Fondazione Bruno Provitera, saranno presenti i ricercatori che illustreranno il risultato dei loro studi illustrato in mostra, sperimentando con un linguaggio scolastico la divulgazione della ricerca scientifica che si fa a Portici.
Oltre al direttore della Fondazione Provitera, che coordinerà e modererà gli interventi, introdurranno l’evento il sindaco di Portici Vincenzo Cuomo, i sindaci dei Comuni vesuviani che hanno condiviso il progetto, il vicepresidente della Regione Campania, onorevole Fulvio Bonavitacola, il vicepresidente del Consiglio Regionale, senatore Tommaso Casillo.
Interverranno il direttore del dipartimento di agraria dell’Università Federico II di Napoli e presidente del Comitato Scientifico, Matteo Lorito, il direttore dell’Istituto zooprofilattico sperimentale del Mezzogiorno del Ministero della Sanità, Antonio Limone, il Ezio Terzini, responsabile Enea Portici, il professor Paolo Masi per il Caisial, Rosario Savino per la società medica Sipnei, Umberto Bernardo per il Cnr-Ipsp, Stefania Grillo per il Cnr-Ibbr, iGiorgio Matteucci per il Cnr Isafom e il dottor Andrea Scalone del Cnr Ispaam.
Saranno inoltre presenti i dirigenti scolastici delle scuole aderenti al progetto. Tra i partner Eugenio Gervasio, direttore del Maw | Museo del Vino, Annamaria Visconti della Fondazione Napoli 99 e per l’iniziativa La Scuola adotta un monumento, il Liceo scientifico Filippo Silvestri e la professoressa Linda Gallo.
La Fondazione Portici Campus costituisce un vero e proprio distretto scientifico: punto di forza è la multidisciplinarietà della componente scientifica. Obiettivo:  utilizzare il prodotto della ricerca e le innovazioni tecnologiche per creare sviluppo economico, sociale e culturale dell’ intera area vesuviana e della Campania.
Portici meta del Turismo Scientifico in Campania, alla sua nona edizione, vuole favorire l’approccio degli studenti al mondo scientifico con una serie di iniziative originali che consentano interazione, cooperazione e integrazione tra scuole, centri di ricerca e territorio.
Per saperne di più
Portici Campus 081/7862320
info@fondazioneporticicampus.it

 

 

RISPONDI