“Chaos” di Ekaterina Proffitt
In evidenza, “Dio Marte” di Violetta Magomedbekova. Qui sopra,
“Satiro” di Lisa Marchenko

Il ponte dell’arte unisce la Campania con il mondo. Lo conferma il concorso internazionale di pittura e grafica appena promosso dall’associazione Vesuvian Academy for arts and culture presieduta da Lyudmyla Lasiy che ha organizzato l’evento con la storica dell’arte Snezhana Alekseeva.
L’idea è stata realizzata con il patrocinio del Comune di Bacoli e la collaborazione con le principali scuole, accademie e facoltà universitarie di belle arti, archeologia e storia della Federazione Russia.
Nella fitta rete di sinergie, anche le istituzioni di altri paesi della ex Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche, tra cui il Museo Statale della Repubblica Presidenziale Bielorussia (Minsk) e l’Accademia del Kazachistan (Pavlodar).

Anna Pospelova, “Inizio di Roma”


La pandemia non è riuscita a spezzare il filo creativo intessuto dai giovanissimi concorrenti con i temi proposti dall’iniziativa. Virtualmente si è trovato il modo ancora una volta di avvicinare le nuove generazioni alle meraviglie storiche e archeologiche dell’Italia.

“Spirito di Pompei” di Madeleine Alexander


Poetiche, iperrealiste, sognanti, vigorose le raffigurazioni elaborate da bambine e bambini, ragazze e ragazzi che si sono tuffati nella descrizione dell’eruzione del Vesuvio che seppellì Pompei nel 79 dopo Cristo. Oppure hanno immaginato un giorno nella vita di un antico romano. E, infine, hanno dato forma e corpo a divinità, persone e eroi dell’antica Roma sotto il segno del mito.
I risultati sono stati stupefacenti. Altissimo il livello tecnico dei lavori inviati online ma anche singolare l’energia fantastica con cui hanno concepito storie costruendole in visioni colorate. In questa pagina ne offriamo esempi, pubblicando alcune delle opere vincitrici.
Oltre 200 i partecipanti da Russia, Italia, Croazia, Stati Uniti D’America, Ucraina, Bielorussia, Canada, Kazakistan, Montenegro, Svezia, Turchia.

“Legenda di Dio Mercurio” di Ekaterina Merkurieva


Ecco i nomi di chi ha vinto secondo le categorie differenti inserite nella manifestazione:

Neptune , God of freshwater and the sea” di Timothy Zaslavky


Da 5 a 7 anni:
1)Ekaterina Proffitt con Chaos, da Roanoke, Texas, Usa.
2) Iliva Bagir, con Tre dee del destino da Krannogotsk, Russia ; Zlata Mihailova con Legionieri, da Calgary, Canada. 
3)Oleg Melnichuk con Gladiatore, da Kobrin, Bielorussia; Ilaria Penno con Avanti verso l’avventura, da Mzhdurechensk,Russia.
Dagli 8 ai 10 anni:
1) Vladislava Pilkevich, con Attraverso i secoli, da San Pietroburgo, Russia.
2) Vera Kuznezova con Dea Flora Da Saratov, Russia; Anna Pospelova, con L’origini di Roma, da Mosca, Russia.
3) Dmitriy Althukov con Giulio Cesare, da Calgary, Canada; Ekaterina Merkurieva, con Leggenda di Dio Mercurio, Mezhdurechensk, Russia; Timothy Zaslavsky con Neptune, God of freshwater and the sea, da Centennial, Colorado.
Dagli 11 ai 13 anni:
1)Petr Safonov con Grande Italia, da Vasilievo, Russia.
2) Viktoria Tarakanova, con Passeggiata a Pompei, da Vorkuta, Russia; Mikael Afonin con Pompei, da Mosca, Russia.
3) Anastasia Minina, con Dea della fortuna, da Centennial, Colorado; Vladislav Sprind Nimanda, con Combattimento tra i Gladiatori, da Mosca, Russia.
Dai 14 ai 16 anni:
1)Madelein Alexander con Spirit of Pompei, da Keller Texas.
2)Violetta Magomedbekova con Dio Marte, da Mosca, Russia; Lisa Marchenko con Satioro, da Kiev, Ucraina.
3) Lara Erium, con Romulo e Remo, da San Pietroburgo, Russia; Sofia Petrina, con Via mercantile di Pompei, da Mosca, Russia.

“Dea della fortuna” di Nastasia Minina
L’opera di Petr Safonov

“Legionieri” di Zlata Mihailova

RISPONDI