La dura vita delle rockstar. E’ il brano d’esordio del gruppo cilentano The Bordello rock ‘n’ roll band. Lanciato con un video ironico dedicato a tutti i musicisti che, pur di suonare, macinano chilometri su chilometri, caricando e scaricando le proprie automobili di chili e chili di strumentazione. Spesso sottopagati.
Il lavoro musicale pesca tanto da Elvis quanto dai Beatles ed è stato registrato al  The Bordello Rock ‘n’ Roll Studio di Licusati, mixato e masterizzato da Edoardo Di Vietri all’Hexagonlab Recording Studio di Vallo della Lucania. L’italiano è mescolato al dialetto, un marchio di fabbrica della band.
Un progetto sfrontato, con una scrittura quanto vicina alla vita reale: il registro linguistico è spesso scurrile, come accade nella vita di tutti i giorni,  con tanta ironia e sarcasmo.
Il video ripercorre la giornata-tipo della band prima di un concerto. Protagonisti: Mr. B. Sapphire (voce e chitarra), Mr. Spritz (voce e basso) e Mr. Dreher (voce e batteria), sbalzati fra impegni personali e musica.
Spiegano i musicisti: «Così come nel brano, abbiamo cercato di portare un po’ dell’ironia che ci contraddistingue anche nel videoclip, ripercorrendo una nostra immaginaria giornata, dalla mattina fino al concerto serale: è dura, ma alla fine vedere la gente che balla è la più grande soddisfazione che un musicista possa provare! (Oltre al fatto di bere a scrocco ed essere pagato, si spera, a fine serata!)».
Fanno da sfondo, il campo sportivo di Camerota, il The Bordello Rock ‘n’ Roll Studio, ma anche gli  spazi del Negroni Therapy e Marina di Camerota.

 

 

Ecco il testo:

Suona la sveglia e mi alzo dal letto
Stasera che si fa? Abbiamo un concerto
Quanti chilometri? La strada chi la sa?
Parto un po’ prima io: dai, ci si vede là

Quanto vuoi?
Il proprietario fa il taccagno, cazzi suoi!
Se ci vuoi insert coin

Salgo su in macchina, lo stereo è acceso
Carico l’ampli su, la chitarra sta già dietro
I jack li hai presi tu? Con mixer, aste e casse?
Dammi una mano, su, che pesano un bordello

Due coglioni!!! A scaricare e poi a montare, a fare il check
Pensa a me: rullante, timpano, la cassa, i tom e il crash
e il pedale ora dov’è?

Listen to, I feel good, un giorno ce ne andremo tutti a Hollywood!
Dici tu?! Hai voglia a far la fame come ora e più!
Hoy! Fuck you! Passammi chilla birra e nun ‘ngi pinza’ cchiù!
Cazzi blu!

 

GUARDA IL VIDEO

RISPONDI