Amarcord di primavera per San Gernnaro. Venerdì 3 marzo dalle 18.30 alla libreria di tutti Iocisto (via Cimarosa, 20 – piazza Fuga – Napoli) partono le celebrazioni del primo anniversario del flash mob dei “fazzoletti bianchi” – che nel 2016 rivendicò l’autonomia e la laicità del santo con  Maurizio Ponticello, autore di “Un giorno a Napoli con san Gennaro. Misteri, segreti, storie insolite e tesori” (Newton Compton).
Con lo scrittore, ne discuteranno i giornalisti Titti Marrone de Il Mattino, Francesco Andoli e Lucilla Parlato, direttore di Identità insorgenti. L’attore Fulvio Pastore leggerà alcuni brani del libro. Per l’occasione, nei locali della libreria sarà esposta una mostra di testi antichi e rari e di incisioni su san Gennaro provenienti da collezioni private. Le aziende Casa Infante e Leopoldo omaggeranno gli intervenuti con la loro creazione dolciaria più recente, dedicata, per l’appunto, al santo: ’O cappiello ’e san Gennaro.
Nel corso della serata, sarà presentato anche il promo del documentario Sangue di un popolo. E domenica 5 marzo alle 19 ci sarà la proiezione ufficiale  all’ex Asilo Filangieri in vico Maffei . E per la celebrazione gennariana dei “fazzoletti bianchi”, il 5 marzo a partire dalle  11, il direttore del Museo del Tesoro di san Gennaro, Paolo Jorio guiderà gratuitamente e personalmente i visitatori che si recheranno a visitare il tesoro più grande e più ricco che la storia conosca.
In foto, davanti al museo, il dolce di pasta frolla ‘O cappiello ‘e San Gennaro
Per saperne di più sul libro e sull’autore
www.maurizioponticello.it