Generazioni a confronto. Tre donne “tono Su tono”.Cos s’intitola la mostra che Trude Tortora, Daniela Montella, Lucia De Martino propongono alla Galleria Artic40 oggi, marted 28 giugno, dalle 17.30 alle 21.30 (via Martuccio 49, Napoli, fino al 15 luglio). Le protagoniste giocano con i materiali e con i colori, realizzando abiti, borse, gioielli.
Il colore in primo piano mentre la semplice materia diventa preziosa. Il filo si trasforma attraverso la lavorazione al telaio, diventando anche tessuto ecosostenibile.
Dalle radici alle nuove tecnologie, ispirazioni moderne con uno sguardo al passato, fattori sociali e culturali la trasformano in qualcosa di nuovo.
I toni di luce creano riflessi sul colore. Tonalit  cromatiche intense o lievi per creare un impatto emotivo.
Trude Tortora, viennese, è approdata prima a Roma in uno studio di disegno tessile, collaborando con le principali case di moda del prt   porter, dando vita a disegni per tessuti stampati. Dagli anni sessanta a Napoli, dove tutt’ora vive e dove da tempo si dedica alla tessitura a mano di accessori moda, tutti pezzi unici nel loro genere.

La napoletana Daniela Montella, dopo il diploma, ha imparato il mestiere “andando a bottega”, quando ancora il lavoro dell’orafo era esclusivamente manuale e riprendeva tecniche e metodi consolidati nei secoli. Dalla sua esperienza nasce progettare “Chreo” linee di gioielli fatti a mano e pezzi unici che contengono tracce del vissuto di chi li commissiona.
Giovane designer, appena laureata (nel 2015) alla Sun, Lucia De Martino, alla sua prima esperienza, ha deciso di mettere in campo le sue conoscenze tecniche in ambito sartoriale e la sua creativit  dando origine a una collaborazione artistica con il laboratorio Artic49arti&cult che mette in mostra il talento. Obiettivo lavorare insieme senza perdere individualit , trasmettendo emozioni differenti. Nell’armonia dell’arte.

Per saperne di più

3391533719
artic49@gmail.com

In foto, l’invito, in alto; in basso da sinistre, una delle borse di Trudi, un anello di Daniela e Lucia con uno dei suoi modelli