Giovane a novant’anni raggiunti gi  da un po’. Renato Barisani, classe 1918, non si ferma mai. E, anche quest’anno come nel 2010, propone i suoi nuovi lavori alla galleria Del Monte di Forio d’Ischia, con un vernissage, marted 23 agosto, che si accende alle 21 con la fiamma della sua creativit . Spruzzi, collage e grafiche del maestro napoletano abbracciano il momentomusicale proposto da Salvatore Pica per un evento dedicato a “Jazz e astrattismo”.
La mostra, curata da Stefano De Stefano, aperta fino al 25 settembre 2011, rivela la vitalit  di un’artista che muove i primi passi nel mondo dell’arte da allievo, tra gli altri, di Marino Marini all’istituto superiore per le industrie artistiche di Monza, nella prima met  del secolo scorso.
Da esploratore della forma si trasforma in sperimentatore della ricerca astratta-geometrica, dando vita, con De Fusco, Tatafiore e Venditti, al Movimento napoletano arte concreta, dal 1950 al 55.
E da allora a oggi non ha mai smesso di scandagliare le infinit  possibilit  della bellezza attraverso materiali diversi.Mosaici, sculture, gioielli di madreperla o d’argento confermano fino a oggi la sua capacit  di rinnovarsi, nella semplicit  della discrezione, lontano dai ” rumorosi riflettori”. Fuggendo dalla banalit  e inseguendo idee coraggiose che lo hanno incoronato decano dell’avanguardia a Napoli. Portando le sue opere in musei e collezioni private internazionali.
Ingresso libero per l’esposizione che può essere visitata nei giorni feriali dalle 9 alle 12 e dalle 17 alle 20.

I PERIODI STORICI DELL’OPERA DI RENATO BARISANI
Figurativo 1935 1949
Concretista 1950 1955
Informale 1956 1962
Macchinistico / New dada 1963 1966
Neocostruttivista 1967 1983
Astrazione organica 1983/84 a oggi

Per saperne di più
www.galleriadelmonte.it

In foto, uno "spruzzo" di Barisani (particolare)