Chiaiano: una bellezza rifiutata. Il progetto realizzato e promosso dall’associazione “Il Vagabondo”, con l’aiuto del Coordinamento civico Ferreo, dell’associazione Free Bacoli e del presidio di Chiaiano, arriva in uno dei luoghi più martoriati della nostra regione.
Rivalutare le bellezze artistiche e ambientali in zone che la devastazione ambientale e la mano incauta dell’uomo hanno messo ai limiti della visibilit : questo lo scopo del walking tour “La bellezza rifiutata”, al suo secondo appuntamento.
Domenica 11 ottobre potremo quindi, muniti di zaini e scarpe comode, conoscere la vera Chiaiano,in un percorso che, partendo da via Spinelli, arriver  ai palazzi nobiliari e alla casa della rivoluzionaria Luisa Sanfelice, alle cave di tufo, all’antica masseria “Casa Putana”, per giungere infine al presidio di Chiaiano.
Chiaiano , gi  da epoca romana polmone verde della citt , ha visto a poco a poco ridimensionato il suo spazio verde e le sue cave di tufo ormai rischiano di diventare discariche: si parler  anche di questo al presidio, dove la voce degli agricoltori e dei comitati locali ci racconter  anni di selvagge devastazioni, di abusi, di lotte e delusioni.
L’associazione “Il vagabondo” , che da anni promuove il turismo responsabile al Sud,dopo il primo appuntamento a Bacoli, altra perla campana ricca di storia e natura e il secondo appuntamento a Chiaiano, ha però gi  in programma altri itinerari, nel beneventano e nell’area vesuviana.
La parola d’ordine è quindi immergersi nel territorio per cercare di scoprirlo o meglio di riscoprirlo e per cercare di valorizzarlo.
Domenica 11 ottobre, alla metro di Chiaiano (ore 9,30), avremo occhi nuovi per guardare le nostre bellezze rifiutate.

Per saperne di più:
www.ilvagabondo.org

IL PREMIO MORANTE A DARIA BIGNARDI

Daria Bignardi con “Non vi lascerò orfani” (Mondadori) è Premio Elsa Morante 2009 per la narrativa. La giuria, presieduta da Dacia Maraini e composta da Francesco Cevasco, Vincenzo Colimoro, Maurizio Costanzo, Emanuele Trevi, Teresa Triscari e Tjuna Notarbartolo (direttore della manifestazione) le consegner  il riconoscimento il 14 ottobre, al teatro Parioli di Roma (ore 19- ingresso libero, previa prenotazione al 3332222632).

La giornalista e conduttrice televisiva ferrarese, al suo debutto come scrittrice, in “Non vi lascerò orfani” rievoca la sua infanzia, la sua famiglia, ne racconta le origini, l’identit , ne ricostruisce i legami. Lo fa con onest  e garbo attraverso pagine che scorrono suadenti e che coinvolgono il lettore fino alla fine, nella tenerezza commovente e nella simpatia ed ironiache la narrazione è capace di trasmettere. In questo libro l’autrice parla di vita e morte, di amore e dolore. Attraverso la testimonianza della sua esperienza con la madre, Bignardi ricorda soprattutto quanto sia faticoso, ma allo stesso tempo meraviglioso, essere figli e quanto sia meglio dare, anzich non farlo.

Il Premio letterario Elsa Morante è organizzato dall’associazione culturale Premio Elsa Morante, in collaborazione con la Regione Lazio e l’ associazione generale cooperative italiane.

In alto, la locandina della bellezza rifiutata; in basso, Daria Bignardi