Il cinema fantastico parla francese, italiano, spagnolo e tedesco. Dal 21 al 24 novembre a Napoli. Un ciclo ideato nel 2010 dall’istituto francese che ha ampliato l’orizzonte della manifestazione creando una sinergia con il Cervantes, il Goethe e Stella film e con l’istituto francese di Milano.

Inaugurazione oggi pomeriggio alle 18, nel palazzo di Grenoble in via Crispi dove gli organizzatori presenteranno l’iniziativa. Prima proiezione della rassegna, alle 19, Ballaoo, film muto restaurato dagli archivi d’oltralpe del cinema, dove al centro della storia scorrono gli esperimenti del dottor Cariolis che riescono a rendere umano l’aspetto di una scimmia che lo scienziato cerca anche di educare come un uomo.
Gioved sera alle 20.30, al cinema Ambasciatori tocca a Krabat , diretto da Marco Kreuzpaintner, proiettato in versione tedesca con i sottotitoli italiani. Il lavoro, del 2008, racconta la storia di un orfano quattordicenne misteriosamente attratto in un mulino da un oscuro maestro che lo inizier  alla magia nera. E al Modernissimo, nello stesso giorno, di scena “Fantasmi a Roma” di Pietrangeli del 1960 con Eduardo De Filippo, Marcello Mastroianni e Vittorio Gassman. I fantasmi sono quelli blasonati dell’antico palazzo dei principi di Roviano che, pacifici ma determinati, riescono a impedirne la demolizione.
La rassegna si chiude il 24 con Gritos en el pasillo al Cervantes di Juanjo Ramirez che sar  presente. Protagoniste, le arachidi . Il film è proposto in spagnolo e sottotitolato in inglese.
Tra i partner anche il Conservatorio di musica di san Pietro a Majella e la scuola di cinema Pigrecoemme che organizza un master class con Gabriele Albanesi, esponente di spicco del cinema horror in Italia.
Ma queste giornate del cinema fantastico non sarebbero mai nate se non esistesse la loro musa, Napoli. Citt  esageratamente fantastica.

Per saperne di più
www.institutfrancais-napoli.com
www.goethe.de/napoli
www.napoles.cervantes.es
www.institutfrancais-milano.com

In foto, la locandina dell’evento