L’arte non è più lei. Ha abbandonato il terreno che dovrebbe esserle abituale da secoli e si è inoltrata in sentieri che non sono mai stati suoi. Partecipazione, comunicazione e informazione. Con esiti disastrosi perch è entrata in competizione con la politica che è tutt’altra cosa. Giulio Paolini, artista celebre seppur riservato, abituato a vivere lontano dai clamori di vernissage e finissage, esprime il disappunto contemporaneo nei confronti di un concetto che sembra ormai in declino totale e lo fa chiudendo il ciclo d’interviste dedicate proprio alla bellezza sulle pagine nazionali del quotidiano la Repubblica. A essere messa in discussione non è solola bellezza, ma l’arte in generale, che- dice l’artista- non interessa più a nessuno, preferita a performance e a un incessante “movimento economico” guidato dal mercato.
E invece c’è ancora qualcuno che fa arte e s’interroga sul suo stato di salute organizzando mostre come quella che s’inaugura domenica 22 luglio, alle 18.30 nella saletta dell’asilo comunale di Cantalupo nel Sannio, in via Fiume 1, dal titolo “Controventi Mediterranei” curata da Maurizio Vitiello. In esposizione dodici opere di artisti provenienti da Molise, Campania, Puglia, Abruzzo, Lombardia, Lazio che offrono- come sottolinea il curatore “un serio ventaglio di misurate declinazioni del linguaggio plastico e pittorico contemporaneo” e Aggiunge Vitiello “Attuali direttive di molteplici modalit  espressive convergono per manifestare attendibili presenze e per determinare una possibile misurata ricognizione. Questi artisti e queste artiste con lavori di ricerca, seriamente conosciuti e ampiamente riconosciuti, sostengono un contemporaneo visivo di temperamento euro-mediterraneo e attivano, cos, oggi, una prova espositiva per alimentare, in fondo, una resistente apertura futura. Bisogna sottolineare che la creativit  nel Mezzogiorno risulta sempre in crescita e i risultati delle varie indagini in campo hanno bisogno di luoghi di confronto per eventuali dibattiti.”
Posto ideale per confrontarsi, l’antico feudo molisano, arroccato su una collina. Nel silenzio della natura, ascoltare il battito artistico è più facile….

Gli artisti che espongono Rolando Attanasio, Lucia Buono, Alfredo Celli, Carlo Cottone, Maria Pia Daidone, Umberto Esposti, Lucio Gacina, Franco Lista, Luciana Mascia, Nino Perrone, Achille Quadrini, Myriam Risola.
La mostra resta aperta fino 28 luglio 2012, dalle 18 alle 20

In foto, l’ingresso a Cantalupo nel Sannio