La danza napoletana di Sonia Di Gennaro, con "Isozone. 21", è di scena al teatro Don Bosco di Roma, marted 22 novembre dalle 17 alle 21 nell’ambito della rassegna “E-Novaction”, dedicata ai giovani coreografi italiani. Un evento importante e da non perdere per gli appassionati della danza, dove si potranno assistere a coreografie davvero interessanti provenienti dalle scuole e compagnie di tutta Italia. Sar  presente anche il Performing Arts Group, la Compagnia Giovane della coreografa napoletana, Gabriella Stazio, formatasi grazie alla nascita dell’ente nazionale Movimento Danza. Un’istituzione che fa della disciplina, un’ avventura culturale, artistica, estetica ed esistenziale irrinunciabile; uno stile di vita a cui, ogni giorno, partecipa un numero sempre più ampio di persone, unite sempre da un unico e semplice obiettivo resistere e radicarsi su un territorio, il Mezzogiorno d’Italia, non sempre agevole per condizioni economiche e culturali.

“Isonze.21” è titolo della coreografia firmata da Sonia Di Gennaro che da anni affianca la coreografa napoletana Gabriella Stazio nella sua attivit . In scena quattro ballerine Alessia Andria, Valeria D’Antonio, Maria Teresa Iazzetta, Agnese Viviana Perrella che danzeranno su musiche di Alvo Nato, Ryuichi Sakamoto, Johann Sebastian Bach, Niccolò Paganini.

“Isozone è un insieme di emozioni spiega la Di Gennaro – è un vestito magnetico che avvicina i danzatori mettendoli in relazione. Uno spazio zona che delinea l’ambito attraverso il quale un danzatore si relaziona all’altro e allo spazio scena. Due le direzioni fattibili con la possibilit  di tornare indietro, ovvero orizzontale, verticale verso lo sguardo e una più uno a retrocedere, da qui 2 e 1 ovvero 21. Sulla scena si formano quattro cerchi, o sfere e il corpo attraversa queste Isozone, uguali per tutti, e per ognuno le sue caratteristiche, vivono distanze e approssimazioni”.

In foto, Isozone firmata da Sonia Di Gennaro