Studenti … a lavoro domenica 20 marzo dalle 10 alle 13 al Museo Duca di Martina. Saranno i ragazzi del liceo Armando Diaz di Ottaviano ad illustrare ai visitatori le diverse sezioni della collezione di arte orientale e occidentale del Museo Duca di Martina. Un percorso organizzato come un gioco a staffetta, per riconoscere e scoprire i bronzi cinesi, le lacche e i netsukè giapponesi, le porcellane Ming e Qing ma anche le porcellane di Capodimonte, le maioliche italiane e ispano-moresche, i vetri di Murano, gli smalti e gli avori gotici.
E nello stesso palazzo di via Cimarosa 77 alle 10.30 si potr  scoprire "L’arte del tè" in un vaggio alla scoperta della cultura della bevanda fra arte e degustazione.
Il nuovo appuntamento di questo ciclo di incontri è dedicato a tre pregiati tè neri uno del Dajeerling (India), un nero di Ceon (Sri Lanka) e un Pu-erh dello Yunnan (Cina).I visitatori, in compagnia di Antonia Grippa- Tea Trader del Tea Corner "Il piacere di offrire il tè" di Napoli, potranno degustare e comparare le tre diverse tipologie di tè, scoprendo antichi rituali, tecniche di lavorazione, segreti per la corretta conservazione. Al termine della degustazione si svolger  una visita alla scoperta delle porcellane cinesi monocrome di epoca Qing (1644-1911), della raccolta di Placido de Sangro, duca di Martina, curata dagli storici dell’arte di Progetto Museo.
In questa domenica napoletana, a Villa Pignatelli (in via riviera di Chiaia 200) si parla di musica, alle 11.Renato Bossa risponder  con Dinko Fabris alla provocatoria domanda “Gaetano Veneziano, chi era costui?”
Questo incontro di approfondimento – ultimo della rassegna “Parliamo di musica”, organizzata dall’ associazione Alessandro Scarlatti in collaborazione con il Polo Museale della Campania – è idealmente collegato alla esecuzione della Passione secondo Giovanni di Gaetano Veneziano, che sar  eseguita della Cappella Neapolitana Antonio Florio con il Ghislieri Choir gioved 24 marzo a Castel Sant’Elmo, alle 21 nell’ambito della stagione concertistica della Associazione Alessandro Scarlatti.

Nella foto, il museo Duca di Martina