Amore per la musica d’arte e, soprattutto, un forte impegno civile sono gli ingredienti che condiscono da sempre le iniziative della associazione Napoli capitale europea della musica, presieduta da Franco Iacono. Portare la musica nei luoghi dove non è tra gli interessi primari è solo uno degli scopi di una stagione ricchissima di eventi. Quattordici concerti nelle chiese, nei teatri di periferia e nelle carceri, ma non solo agli appassionati della musica classica l’associazione dedica quattro appuntamenti al teatro Mediterraneo (nella Mostra d’Oltremare).
L’Orchestra “I solisti di Napoli”, con la direzione artistica di Filippo Zigante e musicale di Susanna Pescetti, quest’anno porter  la musica nelle chiese, nei quartieri di periferia e negli istituti di pena. Domani (alle 17) l’Orchestra, dopo essersi esibita oggi a Poggioreale, si sposter  nella casa circondariale femminile di Pozzuoli; marted 21 alle 16.30 in quella di Nisida.
Nel fitto cartellone di concerti, ogni mese sar  a tema ottobre, il mese della canzone napoletana, della romanza italiana e dell’operetta. Il soprano Antonella Iacono e il tenore Michele d’Abundo daranno voce ai classici della tradizione partenopea “‘A vucchella; I te vurria vas ; Era de maggio; Torna a Surriento. Gli appuntamenti previsti sabato 18, ore 19, all’ auditorium di Scampia e domenica 19 ottobre, sempre alle ore 19, nella Parrocchia SS. Francesco e Chiara di Ponticelli.
Di scena a novembre l’Opera buffa insieme alla tradizione musicale del 700 napoletano sabato 29 novembre (ore 19.30) al teatro Opera Don Guanella di Scampia, domenica 30 (ore 19.30) alla parrocchia SS. Francesco e Chiara di Ponticelli e luned 1 dicembre ore 19.30 all’istituto Maria Ausiliatrice.
Dicembre si orienter  sulle contaminazioni musicali. Il gruppo Pietrarsa e il solista Mimmo Maglionico, accompagnati dal direttore Susanna Pescetti e dall’Orchestra dei Solisti di Napoli, spazieranno dal classico all’etnico attraverso generi popolari diversi. Si parte venerd 19 dicembre (ore 19.30) al teatro Area Nord di Piscinola, poi sabato 20 ore 19.30 alla Parrocchia SS. Francesco e Chiara di Ponticelli e infine domenica 21 (ore 19.30) all’istituto Maria Ausiliatrice al Vomero.
I quattro concerti al Teatro Mediterraneo avranno come protagonisti i grandi della musica. Luned 27 ottobre (ore 20) l’Orchestra sar  diretta da Josè Maria Ulla in musiche di Piazzola, Haydn, Guastavino. Il flauto di Kristian Koev, diretto da Wolfgang Czeipek, sar  protagonista del concerto di luned 10 novembre. Il 24 novembre il direttore Nikolay S. Lalov e l’arpista Giulia Celeste celebreranno le musiche di Beethoven, Janacek, Goleminov e Putignano. Chiuder  la rassegna Zigante con la pianista Alexandra Costin in programma Paisiello, Mozart e Schubert.
Un’offerta di respiro culturale e sociale. Uno sforzo per riportare, anche se per poche ore, la normalit  dove spesso i più semplici valori umani sono violati. Un’occasione per rilanciare l’immagine di Napoli. Una intuizione “ordinaria” per la nostra citt – dice Iacono- per alimentare la speranza ( come afferma il Cardinale Sepe) nei luoghi della sofferenza e del disagio, attraverso quel veicolo di emozioni, passioni e sentimenti dell’anima che è la musica.

In alto, un’ immagine dell’orchestra

LA PASSEGGIATA CURIOSA

I burattini intonano canzoni napoletane. Sabato (ore 10) al Decumano maggiore di Napoli si svolger  la decima edizione della "Passeggiata della canzone napoletana", organizzata dal maestro liutaio Salvatore Masiello, con la partecipazione del maestro burattinaio Bruno Leone, nei panni di “Pulcinella Guarattellaro”. Il gruppo Mastro Masiello Mandolino riempir  con le note di chitarre, mandolini e mandole, le vie
che partono da piazza del Gesù per arrivare al teatro Trianon, cantando e suonando lungo Spaccanapoli. Mentre le guarattelle di Bruno Leone arricchiranno di tradizione e storia la manifestazione.