Festival della Memoria a Ercolano, il passato visto con gli occhi del futuro. Il Forum Universale delle Culture Napoli e Campania alza il sipario dal 17 al 21 settembre su Ercolano in particolare sull’area archeologica, patrimonio Unesco. Evento ideato dal Mav, Museo Archeologico Virtuale, con la partecipazione di scrittori, artisti, studiosi, ricercatori internazionali, esperti nella ricerca conservazione tecnologia e gestione di siti archeologici.
Il progetto è stato presentato nella sala Giunta della Regione Campania in una conferenza stampa con Caterina Miraglia, assessore regionale alla cultura, Ciro Cacciola, direttore MAV, Vincenzo Strazzullo sindaco di Ercolano, Luigi Lucarelli commissario della Fondazione Cives, Maurizio Di Stefano presidente Scabec spa, societ  beni culturali. Cinque giorni con programma vario e articolato in tanti convegni sullo sviluppo sociale del turismo archeologico per la valorizzazione del territorio e quattro sessioni ritorni al futuro, cinema con memoria di emigrazione, creativit  con mostre musica danza, percorsi di luce agli scavi. Antonella Cilento con il libro “Lisario o il piacere infinito delle donne”,finalista al Premio Strega 2014, Riccardo Dalisi sul tema “La memoria e la creativit “, Aldo Masullo con Peter Greenowoy “lectio magistralis”. Film “I ponti di Sarajevo”, Cannes ’14, Di Costanzo e Godard, “Viaggio in Italia” di Roberto Rossellini, “Hiroshima mon amour” di Alain Resnais,
“Pour un instant, la libert” di Arash T. Riahy, documentari “Clandestinamente” di Markus Lenz e “Ste Wars” di Tony Silver, “Red Vaporz” di Nicolas Delpeyrou e Vasco Lopez.Videointervista di Giorgio Gaslini, musica napoletana, coro delle Voci bianche del San Carlo.
Ogni giorno dalle ore 10,30 alle 21,00 saranno visibili la mostra “A fil di lava” dei bambini di Ercolano, “Archeodulcis” a cura dei pasticcieri italiani, le installazioni “InOneAllMovie” di Paolo Lipari, “Il mio Cantico dei Cantici” di Isabella Tirelli Dan, wwwpuntoradiosianicom di Marianna Mendozza. I percorsi di luce il 21 settembre dopo il concerto delle Voci bianche.

www.forumculture.org
www.museomav.it/cartellafestival

Nelle foto, il manifesto del film “Hiroshima mon amour” di Alain Resnais e un momento della confrenza stampa nella sede della Regione a Santa Lucia