Per non dimenticare chi è stato vittima innocente dalla camorra. Un libro per Annalisa Durante (in foto) e mostra fotografica "Il rione Sanit " sono le iniziative oggi, venerd 19 febbraio , alle ore 15,30, nel giorno dedicato alla ragazza, promosse dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, in collaborazione con Percorsi D’Arte, allo Spazio Comunale Piazza Forcella (in via Vicaria Vecchia 23). All’evento che si concluder  alle ore 20, partecipa l’Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli Nino Daniele, Alessandra Clemente,don Tonino Palmese, don Antonio Loffredo, Paolo Miggiano, Michele Serio, Rosalia Catapano.
Oggi, Annalisa avrebbe compiuto 26 anni. Ma a quattordici, innocente, è stata uccisa sotto casa sua. Giovanni, il padre, ha dato vita a eventi culturali, perch quello che era accaduto a sua figlia non avesse a ripetersi. In piazza Forcella, l’ex Supercinema, è diventato luogo di incontri per una vita più vivibile nel quartiere e per dare fiducia e speranza ai giovani di un futuro in una Napoli, debellata definitivamente dalla criminalit  cancro di disoccupazione per tenere lontano dalla citt  il turismo unica industria di una capitale mondiale di ogni forma di cultura,operosa ricca di iniziative culturali che possano offrire lavoro e benessere. L’Italia possiede il 75% del patrimonio d’arte nel mondo e Napoli il 65% di esso.
Oggi viene lanciato l’appello a tutti di farsi promotori della rinascita del quartiere Forcella e di tutta la citt , scrittori, napoletani e ai tanti stranieri che hanno scelto la nostra citt  per vivere studiare lavorare per la sua fantasiosa vitalit , disponibilit  a socializzare con ogni etnia, clima, panorami mozzafiato, variet  di cucina e più di tutto per essere Museo a cielo aperto notte e giorno in cui gustando gelati caffè pizze spaghetti si ammirano opere d’arte testimoni della sua cultura antica di 27 secoli. Napoli, dotata di un Centro Storico patrimonio Unesco, custodisce a Pompei Ercolano nel Museo Archeologico le origini delle civilt  dei paesi del Mediterraneo per essere stata citt  porto più importante sin dalle sue origini.
Siamo tutti responsabili del malessere di Napoli. L’invito rivolto è di portare libri alla Biblioteca Annalisa Durante nello spazio comunale di Piazza Forcella. Solo la cultura può debellare criminalit , malcostume, truffe, educare a scegliere con il voto politici dediti più alla cosa pubblica che agli interessi privati, alle ruberie di miliardi allo Stato ossia a tutti noi, al turpiloquio, al razzismo, a vietare lo sviluppo socio culturale. Libro, concerto, teatro, mostra d’arte sono quei fiori che chi era o è contro la guerra invitava e ancora invita a mettere sulle bocche dei cannoni.
Alle 18,30 si inaugura la mostra fotografica Il rione Sanit  a cura di Sergio Siano, Roberto Stella Luigi Crispino. Un racconto per immagini dello storico quartiere napoletano, delle sue vie e del suo passato e presente realizzato dai dodici allievi del corso di fotografia e fotogiornalismo tenuto dai curatori.
La mostra, aperta tutti i giorni fino al prossimo 20 marzo dalle ore 10 alle 18, (domenica escluso) propone foto di Mariagiovanna Capone, Angelo Moraca, Massimo Caroelli, Emanuela Cervo, Federica Lamagra, Sofia Quarantelli, Annalisa Guida, Lorella Tripodi, Claudio De Falco, Ada Santasilia, Fiammetta Tarallo, Irene Angelino. La mostra si inserisce nelle attivit  iniziate nel dicembre del 2014 realizzate nell’ambito di Percorsi d’arte, progetto di riqualificazione urbana, di formazione culturale e professionale promosso dal Comune di Napoli, elaborato e curato dalle associazioni I Teatrini, 180 Meridiano, Muricena Teatro e Teatri di Seta, ed è finanziato attraverso il bando nazionale Giovani per la valorizzazione dei beni pubblici, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale.

Per saperne di più

www.percorsidarte.eu

Info 0817957796 0817957797