Casa Santanelli… simpatico cordiale incontro con le ideatrici di “Teatro cerca casa”. Livia Coletta e Ileana Bonadies mii accolgono gentilmente e inizia una lunga chiacchierata, si parla di quando si portava il teatro nelle casa (nobile antica tradizione) e si parla anche del teatro di sperimentazione. Una piacevole conversazione tra amici, dove (il drammaturgo) Manlio Santanelli ogni tanto interviene dando consigli e indicazioni ben precise.
Chiedo alla signora Livia Coletta da dove nasce questa idea “Avevo chiesto a Roberto Azzurro di mettere in scena una pièce teatrale a casa mia, invitando vari amici per un puro bisogno di aggregazione, dello stare insieme, godendo dell’arte tra le proprie mura e condividendola con gli altri. Manlio Santanelli (il marito di Livia ndr) entusiasta dell’idea mi ha spinta invece a organizzare un vero e proprio cartellone teatrale. E cos insieme a Ileana Bonadies ci siamo attivate. Una formula sperimentale dove il teatro si trasferisce nei salotti, nelle cucine, nelle camere da letto degli spettatori. Questa è la prima edizione e devo dire che molti attrici attori si sono proposti. Durer  fino a settembre
Anche Ileana Bonades è carica di entusiasmo “Il teatro è protagonista e ne vengono rispettate le regole di base la messa in scena, orari, luci, elementi scenici, e , alla fine dello spettacolo, il pubblico si ferma, parla con gli attori, il regista. l’autore, gustando qualche assaggio di buffet offerto dal padrone di casa”.
Le due signore e lo stesso Santanelli hanno una grande voglia di fare e dare alla nostra citt  nuovi stimoli. Iniziative come queste sono faticose ma, se si lavora bene, si d  spazio e lavoro a attori, tecnici, addetti ai lavori, in una realt  dove ovunque cala il sipario su grandi palcoscenici (vedi la chiusura del Trianon Viviani risorto poi come il teatro della musica a Napoli, Duse di Bologna, Smeraldo di Milano).
Sottolinea ancora Livia Coletta“Il principio è quello di portare il teatro al pubblico occupando i salotti, le cucine, i terrazzi degli appartamenti dei napoletani e della provincia laddove artisti e spettacoli faticano a trovare spazio nel loro luogo istituzionale, il teatro. La nostra intenzione è, inoltre, quella di offrire un’opportunit  a giovani che vogliono confrontarsi con il teatro la prima volta e per stimolarli lanceremo un premio web”.
Le fa eco Ileana Bonadies“Dobbiamo dare la possibilit  a tutti, ma il momento più importante è quello in cui si riscopre la parola. Un escamotage per fare riscoprire un valore cosi grande, oltre le mode e le linee di tendenza”. Entrambe pongono l’accento sul riscontro dell’iniziativa “Altissima è stata la richiesta da parte delle compagnie teatrali di entrare nella programmazione, cos come è forte tutt’ora la volont  di padroni di casa- sempre diversi- di mettere a disposizione le loro dimore, divenendo cos, insieme al pubblico, “coproduttori” dello spettacolo. Per lo spettacolo è richiesto un contributo di 10 euro a sostegno della professionalit  degli artisti in scena, troppo spesso mortificata da lavori poco o per nulla retribuiti.”
Aggiungono orgogliose di avere il patrocinio morale dell’Ordine degli psicologi campani e di essere supportate dalla Casa editrice Caracò. E snocciolano i nomi dei tanti autori, attori e registi che hanno aderito Antonella Morea, Fortunato Calvino, Roberto Azzurro, Mario Gelardi, Mariano Bellopede, Carlo Cerciello, Lalla Esposito, Tina Femian, Imma Villa, Gea Martire, Gino Curcione, Delia Morea, Patrizia Spinosi, lo stesso Manlio Santanelli.
Chiudiamo l’incontro con una ultima domanda Questa estate niente vacanze? Livia e Ileana si guardano con complicit  divertita e rispondono “Niente vacanze”.
Auguro prossimamente alle nostre battagliere signore “Casa cerca Teatro”. E alla canonica frase “In bocca al lupo”, l’antica risposta antica romana “Viva il lupo” (la Lupa era simbolo di fertilit  e di continuit ).

NOTE Nell’arco della stagione, si potr  assistere alla messa in scena di spettacoli gi  collaudati e di altri, invece, scritti e realizzati per l’occasione. Le case attualmente disponibili si trovano nella zona del centro storico, di Posillipo e del Vomero per, poi, spostarsi in provincia tra Portici, Afragola e Capua. A ciascuno dei padroni di casa l’opportunit  di ospitare una replica al mese. Sar  possibile effettuare la prenotazione agli spettacoli scrivendo all’ indirizzo e-mail ilteatrocercacasa@gmail.com ed è obbligatoria poich i posti a sedere sono limitati a un pubblico di circa 30 persone (il numero è variabile sulla base della capienza dei diversi appartamenti). Solo ai prenotati sar  comunicato l’indirizzo esatto del luogo dove si svolger  la rappresentazione. Organizzazione generale di Livia Coletta e Ileana Bonadies, responsabili, rispettivamente, anche delle manifestazioni culturali “Quintadicopertina” e “Salotto Bonadies”.

Nelle foto, in alto, Antonella Romano interpreta "Lucia Migliaccio",            6                 è« «    oè  á«spt Roberto Azzurro d  vita a "Ascoltando zio Vanja", Paolo Cresta e Carlo Lomanto in "Animali come noi"

Per saperne di più
www.ilteatrocercacasa.it

Cllicca i video
youtu.be/s-SAyOWhyNc
youtu.be/5YruoBSoG5s