Due artisti si incontrano nello spazio espositivo Pagea (via Concilio 99- Angri, nel salernitano) . Protagonisti della mostra “Continuit  della Materia” il tarquiniese Massimo Luccioli, scultore, ceramista, e lo scafatese Luigi Pagano,pittore. la complicit  di due artisti apparentati, due archeologi e cercatori dell’immagine, che hanno al denominatore comune delle proprie ricerche quella materia tanto oggetto di discussione prima dei filosofi e poi dei fisici.L’esposizione, curata da Roberto Savi, s’inaugura venerd 5 luglio, dalle 18.30 (aperta fino al 3 luglio) e propone come fil rouge la materia pura.
Le opere di Luccioli e Pagano sono popolate da personaggi che sembrano provenire da un mondo arcaico e primordiale, sacerdoti e fedeli di un rito religioso misterioso ed esoterico, scandito dai colori freddi e spenti, figure che perdono sempre più la loro identit , che sembrano smaterializzarsi in presenze impalpabili.
Composizioni che lasciano spazio alla memoria e alla fantasia dello spettatore. E che svelano la passione per l’arte e per il suo medium la scultura e la pittura in questo caso. Riti misteriosi che respirano in infiniti paesaggi interiori.

La mostra è aperta tutti i giorni dalle 17 alle 20
luned chiuso, domenica e festivi su appuntamento

Per saperne di più
Tel. 3386643932

Nelle foto, in alto, Pagano e luccioli (da sinsitra). In basso, particolari di due loro opere