Parte il "Maggio dei Monumenti" di NarteA. Da San Domenico Maggiore al Complesso di San Lorenzo Maggiore, domenica 8 maggio 2016, alle 11, l’associazione culturale porter  in scena con l’itinerario teatralizzato “Napoli, Fantasmi ed altre Storie” di NarteA quattro personaggi faranno rivivere e storie e le leggende nascoste tra le “mura” della citt . Testi e regia di Febo Quercia, con Mario Di Fonzo e Valeria Frallicciardi, e con la partecipazione di Matteo Borriello. Costumi di Antonietta Rendina.
Tra decumano inferiore e maggiore si avvicendano e si mescolano personaggi storici e mitici che continuano a tramandarsi nei secoli, attraverso vicoli intricati del centro storico.Un triangolo magico in piazza San Domenico Maggiore, con tre vertici Palazzo Sansevero, la Basilica di San Domenico e Palazzo Petrucci. Tra i protagonisti, i due amanti Maria d’Avalos e Fabrizio Carafa e quel luogo dove si favoleggia ancora la leggenda delle teste mozzate di sei baroni. Lungo il dedalo di stradine in via dei Tribunali, si visiteranno altri misteriosi luoghi, a testimonianza anche del “culto dei morti” presente gi  nella Napoli del Seicento. Giunti nell’area della remota agor  greca, teatro della rivolta di Masaniello, si visiter  il Complesso di San Lorenzo Maggiore con il Chiostro e gli Scavi qui riechegger  la leggenda del Munaciello, spirito dispettoso che si nasconde nelle viuzze e nelle cavit  del centro storico.
A confronto diretto il passato e il presente di un territorio che conserva tracce dell’inesorabile passaggio del tempo, ma è custode di agghiaccianti memorie, di feroci delitti e di implacabili anatemi. Nell’ambito della rassegna, NarteA "condivide" l’iniziativa di P&G “Grazie di cuore, Mamma” . Ogni volta che un contenuto sar  condiviso su Twitter, Instagram, e Facebook usando l’hashtag #GrazieDiCuoreMamma, P&G doner  1 Euro a Make-A-Wish Italia Onlus, affinch sempre più bambini gravemente malati possano realizzare i loro desideri.

Prenotazione obbligatoria ai numeri 339.7020849 334.6227785.
La quota è di 15 euro (comprensiva del costo di € 9 euro per l’accesso agli scavi di San Lorenzo Maggiore).

Nella foto di Vittorio Sciosia, Masaniello sul pozzo