Narté Academy. Nasce ai Colli Aminei (in viale Farnese, 49 bis – Napoli) la prima Accademia Nazionale del sud Italia con corsi professionali di recitazione, dizione, moda, portamento, conduzione televisiva e radiofonica. Diretta dal regista e attore Adriano Pantaleo, vuole essere un solido ponte tra scuola e mondo del lavoro.
Nata per iniziativa dell’imprenditrice e modella Rossella Trovato (Miss Italia 2012), con l’obiettivo di cercare il talento e insegnare l’eccellenza ai futuri protagonisti della scena artistica italiana e internazionale, è stata presentata sabato scorso con uno speciale Open Day per dare a tutti la possibilità di conoscere più da vicino le attività dell’Accademia e di partecipare ai provini per piccoli ruoli e comparse nel film diretto da Cristiano Anania con protagonista Salvatore Esposito, “L’Eroe”, prodotto dalla Green Film, partner dell’Accademia insieme alla scuola di tango argentino “Tango Bar”.
«Quando Nartè mi ha chiesto di dirigere la scuola – racconta il direttore artistico – sono rimasto un po’ sorpreso a causa della mia giovane età. Poi, l’idea di dare un taglio più giovanile, unita alla freschezza del progetto e all’esperienza accumulata in tanti anni di lavoro, mi hanno fatto capire che essere un gruppo giovane ci dà una marcia di più ed è una bella novità. Ecco perché ho deciso di mettere la mia esperienza di allievo a disposizione dei ragazzi».
La scuola è a numero chiuso, vi si accede attraverso una selezione e un provino. I corsi cominceranno a fine ottobre, inizio novembre. Oltre alle lezioni, ci saranno workshop intensivi, masterclass, stages con attori, registi, critici teatrali, drammaturghi, giornalisti. In palio per gli studenti meritevoli borse di studio. Per tutti, una guida che farà parte del programma di apprendimento, con una serie di consigli utili, principi base, spettacoli, film da vedere, mostre e eventi culturali a cui partecipare, autori da leggere e testi da studiare. Una sorta di bussola che guiderà gli allievi-attori in questi anni di iniziazione al mondo dello spettacolo.
Un corpo docenti fisso accompagnerà i ragazzi nei due anni di corso mettendo a disposizione la propria esperienza e professionalità. In particolare, i corsi di recitazione sono curati dal direttore artistico, dall’attore Orlando Cinque e dai registi Bruno Nappi e Silvana Pirone. Quelli per i giovani under 15 da Pantaleo e dall’attore Gianni Spezzano. Il corso di conduzione radiofonica, invece, è affidato alla speaker di Radio Kiss Kiss Noemi De Falco, mentre quello di conduzione televisiva all’anchorman Erennio De Vita.
«Il nostro intento – spiega Pantaleo, precisando che non esiste un metodo universale per diventare attori come non esiste un metodo universale che un attore può utilizzare per tutto quello che farà nella vita – è quello di dare ai ragazzi dell’Accademia un bagaglio di strumenti da poter utilizzare di volta in volta. Come un artigiano che gira con la sua valigetta piena di attrezzi. Per dare la possibilità a ogni allievo di sviluppare il proprio modo di essere attore e di essere preparato in base alle proprie specificità, abbiamo pensato a un corpo docenti vasto e eterogeneo con formazioni diverse. Non vendiamo sogni, ma mettiamo a disposizione i nostri mezzi per provare a formare giovani professionisti».

Nelle foto di Romolo Pizzi, il direttore artistico Adriano Pantaleo (in alto) e alcuni momenti della conferenza stampa tenutasi giovedì 12 ottobre nella sede dell’Accademia (in viale Farnese, 49 bis - Napoli)\ ilmondodisuk.com
Nelle foto di Romolo Pizzi, il direttore artistico Adriano Pantaleo (in alto) e un momento della conferenza stampa tenutasi nella sede dell’Accademia (in viale Farnese, 49 bis – Napoli)

Ogni mese attori affermati come Cristina Donadio, Mario Porfito, Miriam Candurro, Antonella Morea, Irene Grasso, terranno lezioni di recitazione, letture in napoletano, improvvisazione, linguaggio del corpo. All’attrice di “Gomorra” è affidata la masterclass sulla “costruzione del personaggio”, Morea, avrà il compito di far riscoprire ai ragazzi la corretta dizione napoletana a partire dalle fiabe di Basile, Porfito, coadiuvato dal giornalista e critico Giuseppe Giorgio, si occuperà di “comicità tra tradizione e modernità”, Candurro lavorerà sul pensiero alla base delle azioni in scena e sulla capacità di interpretare uno stesso dialogo cambiando le circostanze che lo determinano, mentre Grasso e il giornalista videomaker Marco Ciano si soffermeranno sulle “regole del gioco”.

Il gruppo Narté\ilmondodisuk.com
Il gruppo Narté

La scuola dà ampio spazio anche al mondo della moda, con corsi di portamento per adulti e bambini che hanno lo scopo di: aggiungere grazia e stile ai movimenti disciplinandoli, imparare a controllare il corpo, assumere e affinare la presenza scenica. I corsi per under 15 sono a cura dell’indossatrice e conduttrice Roberta Adelini e del fotografo Simone Marigliano che si occuperà anche dei corsi per adulti insieme al regista della moda Antonio Esposito.
Narté Academy offre la possibilità di partecipare a casting, incontrare agenti di moda, trascorrere giornate su set cinematografici, assistere a spettacoli teatrali, tra cui la rassegna ideata dal drammaturgo Manlio Santanelli insieme a Livia Coletta, “Il teatro cerca Casa”. Gli allievi migliori, debutteranno con un nuovo spettacolo nel cartellone della prossima stagione di teatro in salotto.
Tra i bambini più noti del mondo dello spettacolo negli anni ’90, da quando interpretava il ruolo di Vincenzino in “Io speriamo che me la cavo” con Paolo Villaggio e Spillo nella fiction tv con Massimo Dapporto “Amico mio”, Pantaleo ne ha fatta di strada ricoprendo negli anni diversi ruoli al cinema, al teatro e in tv: da “Gomorra” a “Tutti pazzi per amore”, “La manita de Dios”… Dal 2014 partecipa all’avventura di Nest, teatro aperto nato sulle ceneri di un edificio dismesso in uno dei quartieri più difficili di Napoli, San Giovanni a Teduccio.
Produttore per Terra Nera, (nascente società di produzioni napoletana fondata con Francesco Di Leva), di un nuovo progetto cinematografico, il corto “MaLaMèNTI”, premiato alla settimana della critica internazionale di Venezia ‘74 come “Miglior film del Mediterraneo”, Pantaleo si gode il momento senza trascurare lo studio perché dice: «Non si finisce mai di imparare».
L’attore, impegnato da gennaio a maggio 2018  in una tournée tutta italiana, con lo spettacolo “Il sindaco del Rione Sanità”, regia di Mario Martone, sarà in scena mercoledì 25 ottobre con la compagnia Nest al teatro Bellini e successivamente, tra Roma e Napoli, con lo spettacolo “Gli onesti della banda”, una riscrittura della “Banda degli onesti” di Totò. In uscita il suo primo cortometraggio da regista, dal titolo “Sensazione d’amore”.

Nartè Academy
Viale Farnese 49bis – 80131 Napoli
Segreteria corsi e iscrizioni
Centro Direzionale Isola G1
Piano 15, interno 109 – 80143 Napoli
Numero Verde 800 034 191
www.narte.it
info@narte.it