Giornalismo e arte, vita quotidiana e talento creativo: sono questi gli ingredienti per “Eredit  e progresso” il progetto di Daniela Nasoni, in mostra fino al 24 agosto nelle sale della banca Arditi Galati di Avellino. Per una anno Nasoni ha estrapolato dalle pagine del settimanale L’Espresso, personaggi e storie, mesolandoli in un collage di pittura e cronaca. Come a voler calare la fantasia nel quotidiano concreto, facendo crescere il progetto nel tempo e aumentando la sostanza del suo lavoro.

Una visione non solo artistica ma anche culturale del mondo, una traccia lasciata sulla tela che racconta non tanto il mondo interiore dell’artista ma i fatti globali visti dai suoi occhi e interpretati dalla sua arte.
Spiega la curatrice, Monna Lisa Salvati: “Il progetto è lontano dalla semplice riproposizione esclusiva dell’informazione elaborata artisticamente, bens utilizza l’informazione stessa come mezzo e fine per parlare dell’uomo, per porsi domande sul suo mutare, sulle sue coerenze e contraddizioni, sul suo crescere e regredire nei disagi e nel benessere del nostro tempo, in tutti gli aspetti che compongono la quotidianit  politica, sociale, ambientale, economica del mondo e della storia, presente e futura. Il settimanale è stato utilizzato sia come fonte informativa culturale, sia come materiale artistico di supporto cartaceo e fotografico”.

I volti scelti sono sublimati fino a raffigurare figure anonime e dunque universali, allo stesso tempo però il titolo dell’opera racchiude la data dell’uscita del settimanale, consentendo all’osservatore di contestualizzare l’atto creativo. Questa è un’ulteriore novit , normalmente non veniamo a conoscenza del momento esatto in cui un quadro è stato realizzato, n è sempre chiaro quale sia la fonte di ispirazione per l’artista. In questo caso Nasoni racconta, senza nascondersi, le sue impressioni e le rielabora sevendosi di una multimedialit  dal giornale al quadro che moltiplica i mezzi di supporto dell’informazione per regalarle nuovo spazio di discussione.

br>
Daniela Nasoni “Eredit  e progresso” fino al 24 agosto

Banca Arditi Galati Corso Europa 8G, Avellino

Nell’immagine, una delle opere in mostra