Natale speciale a Napoli tra i Musei, con artecard. Che per due persone costa 10 euro. Mostre, spettacoli, visite guidate, letture per i più piccoli laboratori e visite spettacolo. Tra i prosimi appuntamenti, quello di sabato 15 dicembre a Palazzo Reale alle 18 “Tableaux Vivants l’arte prende vita” dipinti delle collezioni artistiche di Palazzo Reale, i capolavori di Mattia Preti, Luca Giordano, Andrea Vaccaro e di altri pittori, dopo essere stati illustrati ai visitatori dagli storici dell’arte di CoopCulture, saranno messi in scena nella Cappella Palatina dagli attori dell’associazione culturale teatrale "Teatri 35".
Dopo le grandi fortune nei salotti settecenteschi e un breve ripescaggio da parte delle avanguardie dei primi del novecento, i tableaux vivants diventano nuovamente fonte di ispirazione per una giovane quanto gi  consacrata artista come Vanessa Beecroft.. Con l’ausilio di pochi e semplici elementi (stoffe di diverso colore e spessore ed altri semplici oggetti di uso comune) gli attori compongono sotto gli occhi degli spettatori le "tele".
Domenica 16 dicembre apertura straordinaria antimeridiana della Biblioteca Nazionale consentir  una visita alla sede monumentale ed alle preziose collezioni librarie. Incanto Napoletano. Perch Napoli non è più greca. Alle 11 proiezione del mediometraggio da un’idea e regia di Pasquale Della Monaco, starring Vulcano Metropolitano. Per l’occasione, si potr  visitare l’appartamento al piano nobile di Palazzo Marigliano, sede della Soprintendenza Archivistica.
Luned 17 dicembre 2012 – alle 17 la visita spettacolo “Il canto di Partenope… il Natale della Regina” con la compagnia teatrale “Questi fantasmi”, diretta da Mauro Maurizio Palumbo, in scena nelle sale dell’appartamento storico del Palazzo Reale di Napoli.
Partendo dalle vicissitudini della Sirena che, secondo la leggenda avrebbe nato i natali alla citt , i giovani attori del gruppo guideranno gli ospiti in un’insolita passeggiata, snocciolando racconti, aneddoti e curiosit  legati alle festivit  natalizie, impersonando ora personaggi reali ora figure frutto della fantasia del popolo o di scrittori che ne hanno fatto icone della napoletanit .
Tra gli “incontri” previsti, quello con la regina Margherita di Savoia, tra le prime sostenitrici in Italia dell’albero di Natale; e con re Carlo III, grande amante del presepe accompagnato dalla moglie Maria Amalia di Sassonia, che pare amasse ricamare personalmente gli abiti dei pastori circondata dalle altre donne di corte. Ma all’appello, non mancheranno, naturalmente, la sirena Partenope, la Bella Mbriana, il munaciello, Matilde Serao e una scia di popolane.

Per saperne di più
www.campaniartecard.it

In foto, una scena della visita guidata Il Natale della Regina