b>L’identit  è nutrimento dell’anima di un popolo. E di quello napoletano, San Gennaro è “elemento primordiale”. Amato dai suoi figli, che ne celebrano ogni anno il miracolo, ha vissuto giorni pallidi quando il Vaticano ne ha messo in discussione l’autenticit  come martire e alla fine si è arrivato a un compromesso ed è rimasto in calendario, ma sottotono. Festa s o festa no? Il 19 settembre è un giorno festivo a met , udienze in tribunale, negozi aperti o semi, il lavoro marcia un po’ dovunque, anche se non proprio a pieno ritmo. E però lui, il patrono, ogni anno si prende la sua rivincita in quel che è rimasto di little -molto little- Italy (fagocitata quasi da Chinatown) a New York dove, ogni anno, il rituale dei festeggiamenti sacro.
Perch non celebrare anche a Napoli in grande stile e non solo in chiesa?
E cos la festa riparte domani organizzata dell’associazione Jesce sole(sostenuta e promossa dall’assessorato alla cultura e al turismo e dall’assessorato al lavoro e alle attivit  produttive del Comune di Napoli). Tre giorni moda, musica, arte, spettacolo. Sotto la direzione artistica di Gianni Simioli Location, ovviamente, via Duomo.
Si comincia il 19 sera con la musica della Banda della Nato. Il 20 settembre alle 18, spazio gli artisti di strada e dalle 21 fashion con la sfilata di moda presentata da Rosanna Iannaccone e spettacoli di tango, nonch di break dance. Infine, performance di Loredana Simioli e Ciccio Merolla.
Il 21 settembre dalle 18, via Duomo si riempir  ancora di artisti di strada e alle 19 sul palco della kermesse salir  Sal Da Vinci per proporre in anteprima il Musical “Carosone l’americano di Napoli”. Per l’occasione, il pubblico ascolter  anche “San Gennaro”, canzone scritta da Renato Carosone nel ’69 quando il culto del santo patrono di Napoli divenne facoltativo.

Alle 21,30 gran gal  con tanti ospiti
come Mario Trevi, Clementino, Liliana De Curtis, Maria Mazza, Tony Tammaro, Serena Rossi, Enzo Fischetti e Nando Mormone di Made in Sud, Pietro Treccagnoli, Federico Vacalebre, Salvatore Misticone, Gigi Savoia, Donatella Vergara segretario generale Fondazione Terres des Hommes, li Spaghetti Ste. Alla ribalta anche il film di animazione made in Napoli, l’Arte della Felicit “. Risorge la celebrazione, con l’opportunit  di poter vistare i musei della zona, aperti fino alle 22. Buona festa a tutti.

In foto, Serena Rossi