Il centro storico custodito dalle donne. Nella splendida location di San Gregorio Armeno, chiesa dallo stile barocco immersa nella omonima strada considerata tra le più folkloristiche del centro storico napoletano, è stato presentato il volume “San Gregorio Armeno. Storia, architettura, arte e tradizione”, libro edito da Federiciana editrice universitaria, con gli autori, Nicola Spinosa, Leonardo di Mauro, Aldo Pinto, Adriana Valerio, e la partecipazione straordinaria di Monsignor Adolfo Russo, amministratore episcopale della conservazione dei beni culturali di Napoli.
L’arte e la spiritualit  si incontrano nel cuore di Napoli, tesoro a cielo aperto da oltre 1200 anni, dove si sentono ancora le suore cantare. San Gregorio Armeno come centro di potere, di cultura, di veri e propri tesori. La pubblicazione narra, attraverso la raccolta dei saggi di studiosi quali Adriana Valerio, Giulio Pane, Francesco Pio Ferreri, Leonardo di Mauro, Aldo Pinto, Gian Giotto Borrelli, Laura Giusti, Lucio Fino citandone solo alcuni , e il magnifico lavoro fotografico svolto da Luciano Pedicini, la storia di uno dei monasteri più antichi da un punto di vista tradizionale, partendo dalla venuta delle monache basiliane di origine greca, fino ad arrivare alle benedettine, che a partire dal 1922 presero in custodia il complesso monumentale. Gli autori ne evidenziano l’impareggiabile ricchezza approfondendo uno studio sulla ricostruzione del sito archeologico sul quale il monastero si è sviluppato, il racconto della vita religiosa e la storia dell’urbanistica, dell’architettura, della pittura, dei culti, della musica, fino ad arrivare anche alla cucina.
Curatore della prefazione è Nicola Spinosa. Il volume è stato pubblicato anche grazie alla promozione della Fondazione Valerio per la Storia delle Donne, creata, sostenuta e diretta da Francesco e Adriana Valerio. La Fondazione si propone di diffondere la storia, la ricerca e l’archivistica relativi alla storia delle donne, ritenendo che il soggetto femminile sia un punto di osservazione privilegiato e storicamente indispensabile.

Per tenervi sempre aggiornati sugli eventi e le presentazioni organizzati dalla Fondazione Valerio, è consultabile il sito www.fondazionevalerio.org
, oppure è possibile recarsi nella loro sede napoletana sita in Vico Luperano, 7.

In foto, la copertina del libro (particolare)